@Ekaterina Belova/123rf

Da lunedì quasi tutta Italia in zona bianca: soltanto una Regione dovrebbe restare arancione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quella di domani sarà una giornata decisiva per l’Italia. Il consueto monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità poterà alla firma dell’ordinanza farà scattare il passaggio in zona bianca per quasi tutte le Regioni italiane attualmente in fascia gialla, ovvero: Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Sicilia, Toscana e Provincia autonoma di Bolzano.

L’unica Regione in bilico che con molta probabilità resterà in zona gialla, ancora per un’altra settimana, è la Valle d’Aosta. Tuttavia, qualche fa il presidente della Valle d’Aosta Erik Lavevaz si è rivolto al Premier Draghi e al ministro Roberto Speranza, chiedendo di anticipare il passaggio in zona bianca già dal 21 giugno invece che dal 28, considerato che i dati epidemiologici sono in miglioramento. 

Leggi anche: Posso togliere la mascherina all’aperto in zona bianca?

Le Regioni attualmente in zona bianca 

Sono questi i territori italiani che al momento si trovano già nella fascia senza restrizoni:

  • Molise
  • Friuli-Venezia Giulia
  • Sardegna
  • Abruzzo
  • Umbria
  • Liguria
  • Veneto
  • Lombardia
  • Piemonte
  • Emilia-Romagna
  • Lazio 
  • Puglia 
  • Provincia autonoma di Trento

Cosa cambia in zona bianca: le regole

Abolizione del coprifuoco

Nei territori in zona bianca viene automaticamente abolito il coprifuoco. Ma, anche se la Valle d’Aosta dovesse restare in fascia gialla, la Regione potrà dire addio alla restrizione. Da decreto, infatti, è prevista l’eliminazione del coprifuoco su tutto il territorio italiano.

Bar e ristoranti

Con l’eliminazione del coprifuoco, tutte le attività possono rimanere aperte senza limiti di orari. Questo vale anche per bar e ristoranti, che potranno accogliere i clienti all’interno e all’esterno dei locali. Per chi pranza o cena fuori non ci saranno limiti per il numero di commensali a tavola, mentre nei locali al chiuso potranno sedere al massimo sei persone allo stesso tavolo.

Spostamenti

Chi abita in una Regione o Provincia in zona bianca può muoversi liberamente all’interno della regione o provincia e verso altre regioni o province in zona bianca senza limiti di orario. Lo stesso discorso vale se ci si sposta in zona gialla, ma in questo caso bisogna rispettare il coprifuoco. Se ci si reca in zone arancioni o rosse, resta l’obbligo di motivare lo spostamento per esigenze lavorative, motivi di salute o necessità. Chi è in possesso del Green pass potrà muoversi liberamente su tutto il territorio nazionale.

Visite ad amici e parenti

I cittadini che vivono in zona bianca possono andare a trovare amici e parenti in zona bianca senza limiti di orario e numero di persone. Si possono andare a trovare anche amici e parenti in zona gialla: in questo caso ci si può spostare al massimo in 4 (esclusi i figli minori che non entrano nel conteggio), dalle ore 5.00 alle 24.00 fino al 21 giugno, data di abolizione del coprifuoco.

Leggi anche: Feste private e banchetti: le regole da seguire in zona bianca

Mascherine e assembramenti

Nonostante l’allentamento delle restrizioni, anche in zona bianca resta l’obbligo di indossare le mascherine sia al chiuso che all’aperto ed è vietato assembrarsi.

Leggi anche: Mascherine all’aperto, fino a quando? Presto potrebbe non esserci più l’obbligo

Fonte: ISS

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook