@halfpoint/123rf

Covid, a scuola niente quarantena se c’è un solo positivo per evitare la Dad

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità hanno tracciato la bozza con le nuove regole in caso di contagio da Covid-19 in classe. La quarantena per un’intera scolaresca resta solo per i bambini da 0 a 6 anni

Niente quarantena per tutti se in classe c’è un caso positivo. In caso di un contagio da coronavirus in una classe, infatti, tutti gli altri potranno continuare ad andare a scuola, a patto che ci sia sorveglianza con i test, scongiurando quindi il ricorso alla Dad.

A dettare le nuove regole è la bozza del documento con le “Indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi Covid-19 in ambito scolastico”, nella quale Iss e ministero della Salute intervengono per omologare su tutto il territorio italiano le norme da seguire negli istituti scolastici nel caso di studenti positivi.

Leggi anche: Green pass: i bambini sotto i 12 anni non avranno l’obbligo di esibirlo

Nella bozza si parla di adottare una strategia di “sorveglianza con testing”: i contatti del contagiato potranno rientrare in classe se negativi. 

Prima di predisporre la quarantena automatica per tutti i compagni a contatto con il caso di positività da nuovo coronavirus, cioè, l’intera classe dovrà però essere sottoposta al tampone e se tutti risulteranno negativi potranno rientrare normalmente in aula.

Al momento, la quarantena dura dieci giorni per i non vaccinati e sette per i vaccinati. Secondo la logica esposta dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi le nuove indicazioni vanno nella direzione di “un contenimento della quarantena per chi è vaccinato”. Il lavoro dei gruppi interministeriali ha dunque escluso una riduzione del periodo di isolamento ipotizzata in un primo momento (qui l’articolo)

Un solo caso di contagio negli asili nido e nelle scuole materne, invece, per predisporre la quarantena per tutti.

Seguici su Telegram |Instagram |FacebookTikTokYoutube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook