@Ansa Foto

Nuovo Dpcm: Pasqua blindata e chiusure scuole possibili anche in area gialla, ma ad annunciarlo Gelmini e Speranza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vietati gli spostamenti tra le regioni, ancora chiuse piscine e palestre, ma dal 27 marzo riapriranno cinema e teatri. Scuole chiuse di ogni ordine e grado, comprese nidi e materne, in zona rossa.

E non solo, la stessa misura può essere disposta dai Presidenti delle regioni o province autonome in tutte le aree regionali o provinciali nelle quali l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi sia superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti oppure in caso di motivata ed eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

Il provvedimento regolerà la vita degli italiani dal 6 marzo al 6 aprile, quindi si tratta delle misure anti contagio in vigore fino a dopo Pasqua.

A confermare la stretta sull’Italia con il nuovo Dpcm non è stato il primo ministro Draghi, come tutti si aspettavano e come eravamo stati abituati da un anno a questa parte con l’ex premier Conte. Ad annunciare le nuove misure in conferenza stampa sono stati i ministri per gli Affari regionali e della Salute, Mariastella Gelmini e Roberto Speranza, come era stato annunciato in una nota di Palazzo Chigi.

“Riteniamo che differenziare i territori sia la strada giusta per dare la risposta più idonea a ogni segmento del nostro Paese”, ha spiegato il ministro Speranza. “L’innovazione più rilevante riguarda le scuole, la variante inglese purtroppo ha una particolare capacitò di penetrazione nelle fasce più giovani. Questo ci ha portato a determinare la scelta di chiudere in area rossa le scuole di ogni ordine e grado”.

Scuole

Chiuderanno, quindi, tutte le scuole in zona rossa, le Regioni che si trovano in zona gialla o arancione avranno comunque facoltà di chiudere gli istituti nei territori (province o comuni) dove si raggiunge un’incidenza di 250 casi ogni 100mila abitanti.

“All’interno del decreto Sostegno saranno stanziate risorse superiori ai 200milioni di euro per affrontare il tema dei congedi parentali”, ha spiegato la ministra Gelmini.

Cinema e teatri aperti dal 27/3

A decorrere dal 27 marzo 2021 in zona gialla spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati, a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. Lo ha confermato la ministra Gelmini.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook