Il Lazio è in zona gialla da lunedì 26 aprile, arriva l’ufficialità dal presidente Zingaretti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal 26 aprile il Lazio tornerà in zona gialla. L’ufficialità è arrivata, prima del consueto monitoraggio dell’Iss, dal governatore della Regione Nicola Zingaretti, attraverso un post su Facebook in cui annuncia:

“Da lunedì 26 aprile torniamo di nuovo in zona gialla. Bene, il Lazio è una delle Regioni rimaste per più tempo in giallo. Un altro risultato della nostra comunità che ora non deve più chiudere. Riapriamo ma non al covid, e riprendiamoci la vita. Abbiamo una missione: vaccinare e riaccendere l’economia e il lavoro. Ora stringiamo i denti per non richiudere più: serve la collaborazione di tutti. Soldi per sostenere l’economia, vaccini per bloccare il virus, responsabilità nel seguire le regole e limitare la curva del contagio.”

“I dati epidemiologici sono coerenti con la zona gialla anche se permane una pressione sugli ospedali” ha spiegato anche l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato.

Secondo l’ultimo bollettino dei contagi, l’indice Rt è a 0.78. In calo anche il numero dei nuovi focolai, ed è sceso di 5 punti il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Nella Regione è diminuita pure l’incidenza dei contagi, che si attesta a 140 per 100mila abitanti. 

Da lunedì nel Lazio riapriranno, quindi, bar, ristoranti, cinema e musei, come previsto dal nuovo decreto e si torna a respirare un po’ di normalità. 

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook