Green pass, scatta obbligo per i trasporti: cosa cambia dal 1° settembre su autobus, treni, aerei

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tra qualche giorno entreranno in vigore le nuove regole previste dall’ultimo Decreto approvato dal Governo Draghi lo scorso 5 agosto, che rende obbligatorio il Green pass sia per gli insegnanti e il personale scolastico sia per che per alcuni mezzi di trasporto. L’obbligo della certificazione verde sarà esteso a questi ambiti a partire dal 1° settembre. Scopriamo su quali mezzi pubblici sarà necessario esibire il Green pass, che si ottiene in tre casi: se si è guariti dal Covid (è valido sei mesi dalla guarigione), in caso di tampone con esito negativo (effettuato nelle ultime 48 ore) e di vaccinazione anti-Covid. 

Leggi anche: Piscine, palestre, calcio e pallavolo: le nuove regole per gli sport e dove serve il Green pass

I mezzi di trasporto in cui sarà richiesto il Green pass 

A partire dall’1 settembre, quindi, si potrà accedere ad alcuni mezzi di trasporto esclusivamente se si è muniti di certificazione verde. Ecco dove sarà obbligatorio: 

  • aerei (voli nazionali e internazionali)
  • navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina
  • treni a lunga percorrenza impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri (ad esempio  Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità)
  • autobus che svolgono un servizio “in modo continuativo o periodico” su un percorso che collega più di due regioni e adibiti a servizio di noleggio con conducente 

Ricordiamo, inoltre, che l’obbligo del Green pass non riguarda i bambini sotto i 12 anni.

Dove non sarà obbligatorio

La nuova regola non riguarda, invece, i seguenti mezzi di trasporto dove si potrà salire a bordo senza Green pass ma sempre indossando la mascherina: 

  • treni regionali
  • autobus urbani e regionali
  • metropolitane

Seguici su Telegram |Instagram |Facebook| TikTok| Youtube

Fonte: Governo

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook