@pitinan/123rf

Green pass, in arrivo il nuovo decreto. Si va verso l’obbligo per gli insegnanti e i trasporti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Importanti novità sul Green pass all’orizzonte. Il Governo Draghi è a lavoro sul nuovo decreto, che dovrebbe essere pronto nei prossimi giorni. Già dal 6 agosto la certificazione verde diventerà obbligatoria in luoghi chiusi come bar, ristoranti, cinema e teatri, così come previsto dal decreto legge dello scorso 22 luglio. Ma nelle prossime settimane l’obbligo potrebbe essere esteso anche agli insegnanti e ai professori universitari, come già avvenuto per il personale sanitario. Il Governo sta valutando anche di richiedere la certificazione verde a chi si sposta con i mezzi pubblici a lunga percorrenza, ovvero treni, navi e aerei.  Il documento non sarà invece richiesto per viaggiare con bus, tram e metro. 

Ricordiamo che i requisiti richiesti per il Green pass sono tre: essere guariti dal Covid (è valido sei mesi dalla guarigione), essersi sottoposti ad un tampone – con esito negativo – nelle ultime 48 ore o aver ricevuto almeno una dose di vaccino.

Le nuove misure restrittive, che saranno oggetto di trattativa domani nel corso della Cabina di regia e del Consiglio dei Ministri, dovrebbero entrare in vigore dall’1 settembre.

Leggi anche: Green pass: come ottenerlo e a chi rivolgersi se non riesci a scaricarlo subito

Green pass obbligatorio per il personale docente 

Una delle priorità del governo è il ritorno alle lezioni in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle università. L’esecutivo spinge per far restare la didattica un’opzione d’emergenza nelle aree dove sono previste le maggiori restrizioni e nelle regioni, come Sicilia, Sardegna, Liguria e Calabria, dove il tasso di vaccinazione degli insegnanti è ancora troppo basso. Per il personale scolastico, l’ipotesi che circola ore in queste riguarda l’introduzione dell’obbligo del certificato verde per il personale docente, che però non sarà esteso agli studenti. Al momento non sono previste ulteriori norme che riguardano le aziende, i lavoratori dei settori della ristorazione e dello spettacolo.

Scende il costo dei tamponi

Un’altra importante novità in arrivo è quella che riguarda i tamponi, uno dei tre requisiti previsti per ottenere il Green pass. L’esecutivo sta lavorando ad un provvedimento che prevede una riduzione notevole del costo dei test antigenici. 

Il commissario Figliuolo sta predisponendo un provvedimento, sul prezzo calmierato dei tamponi: si parla di un costo di 6-7 euro. – ha annunciato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, ospite a ‘L’Aria che tira Estate’ su La7 – È una misura che va parzialmente incontro alle esigenze che riguardano in particolare i ragazzi over 12 che non hanno avuto ancora la possibilità di vaccinarsi. Un problema che mette in difficoltà le famiglie anche rispetto alle vacanze. C’è la disponibilità anche delle Regioni di contribuire per abbattere ulteriormente questi costi. Sul tema della gratuità del tampone dobbiamo sicuramente fare una riflessione. Un primo passo, che si concretizzerà nei prossimi giorni, prima dell’entrata in vigore del Green pass, intanto è quello di avere un prezzo calmierato che permetta a operatori e cittadini di poter accedere al servizio con costi limitati.

Leggi anche: Green pass: i bambini sotto i 12 anni non avranno l’obbligo di esibirlo

Seguici su Telegram |Instagram |Facebook|TikTok|Youtube

Leggi tutti i nostri articoli sul Green pass:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook