Green pass europeo: dal 1 luglio in Italia sarà digitale con QR code su app Io e su Immuni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il green pass italiano sarà disponibile sia tramite l’app Immuni che su Io, l’applicazione per accedere ai servizi della pubblica amministrazione

Sarà in vigore dal prossimo 1 luglio il Green pass europeo, il certificato rilasciato ai cittadini europei gratuitamente che attesterà se una persona ha ricevuto il vaccino contro il Covid, ha effettuato un tampone con risultato negativo o è guarita dall’infezione. Funzionerà, quindi, in maniera simile alla certificazione verde adottata dall’Italia, ma la novità è che sarà disponibile anche sia tramite l’app per il contact tracing Immuni che su Io, l’app per accedere ai servizi della pubblica amministrazione.

Ad annunciarlo è il ministro per l’Innovazione tecnologica Vittorio Colao secondo cui, intervenuto al Tech Talk di Italian Tech, il nuovo hub Gedi dedicato alla tecnologia, il certificato non dovrà nemmeno essere scaricato: 

Le persone riceveranno direttamente una notifica sull’app Io” o su Immuni con il codice Qr che conterrà tutte le informazioni necessarie per verificare lo stato di salute rispetto al Covid-19 delle cittadine e dei cittadini italiani.

Al momento il Green pass è valido soltanto in Italia, ma può essere esibito anche negli altri Paesi che lo considerano valido. Come specificato sul sito del Ministero della Salute, la certificazione verde sarà valida fino a quando non verrà introdotto il Green pass europeo, che dovrebbe essere pronto per giugno e che servirà per spostarsi tra gli Stati dell’Unione europea.

Chi può richiedere il Green pass

Per ottenere il Green pass basterà aver ricevuto anche soltanto la prima dose di vaccino. Ecco cosa dice esattamente l’art.14 “Disposizioni in materia di rilascio e validità delle certificazioni verdi COVID-19 del Decreto 18 maggio 2021, n. 65:

1. La certificazione verde COVID-19, rilasciata ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, ha validità di nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale.

2. La certificazione verde COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 3, del decreto-legge n. 52 del 2021 è rilasciata anche contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino e ha validità dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale.

Potranno ottenere il Green pass anche tutti i cittadini italiani che sono in possesso di almeno uno dei seguenti altri requisiti: 

  • Essere guariti dal Covid-19 (il pass dura sei mesi dal certificato di guarigione)
  • Aver effettuato test molecolare o test rapido con esito negativo (il pass dura 48 ore dalla data del test)

Sul Green pass leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook