Decreto Natale: spostamenti anche fuori dal proprio comune. Le FAQ

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Decreto Natale, dopo giorni dall’annuncio delle nuove regole per il periodo felle festività arrivano anche le FAQ del Governo che chiariscono ulteriormente quando e per cosa ci si potrà spostare.

Il Governo ha appena rilasciato le FAQ relative al periodo 21 dicembre 2020 – 6 gennaio 2021 anche se, di fatto, le maggiori restrizioni partono il 24 dicembre. Quel giorno infatti così come tutti gli altri festivi e prefestivi saranno valide le regole solitamente associate alla zona rossa. Ma vediamo cosa si potrà fare e cosa no.

I dubbi principali riguardano gli spostamenti tra comuni e regioni.

Sarà ancora possibile, dal 24 dicembre al 6 gennaio, tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione, se per qualche motivo ci si trova in un’altra Regione?

Sì, il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre consentito ed è considerato un motivo legittimo di spostamento.

Sarà possibile spostarsi per tornare al proprio luogo di lavoro o per motivi di necessità o di salute?

Gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità sono sempre possibili, senza distinzione tra giorni e orari.

Posso andare nella mia seconda casa nel periodo dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021?

Rispetto a quanto previsto dal precedente decreto, nel periodo compreso tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde case sono sempre consentiti, dalle 5 alle 22 purché siano all’interno della propria Regione. Sono invece vietati quelli verso altre Regioni.

C’è anche un altro aspetto che le nuove FAQ hanno chiarito, ad esempio, se il trasferimento nella seconda casa, in un’altra regione, è avvenuto prima del 20 dicembre. Qualora un familiare dovesse tornare nella regione di provenienza, per alcuni giorni, non potrà recarsi di nuovo nella seconda casa entro il 6 gennaio. Quindi si potrà tornare al lavoro ma poi non si potrà rientrare nella seconda casa.

Posso andare in un altro comune o in un’altra regione per turismo?

No, fino al 6 gennaio non si potrà andare in un’altra Regione, ma non solo. Dal 24 dicembre gli spostamenti per turismo non sono consentiti neanche all’interno della stessa Regione, con due eccezioni, valide solo nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021, nei quali sono consentiti.

Durante le feste sarà consentito andare a trovare amici o parenti in altri comuni?

Fermo restando che dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, sono vietati tutti gli spostamenti, anche per far visita ad amici o parenti, che comportino l’uscita dalla Regione in cui si vive o in cui si ha la residenza, c’è differenza tra festivi e prefestivi e giorni lavorativi e feriali. In particolare:

  • nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone.
  • nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio sarà possibile spostarsi liberamente, fra le 5.00 e le 22.00, all’interno del proprio Comune e sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali. Negli stessi giorni sarà possibile anche, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone.
  • nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, sarà inoltre possibile, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia. In altre parole anche nei giorni in zona arancione si potrà fare visita ad amici e parenti.

Qui il nostro approfondimento

A cosa vado incontro se non rispetto uno dei divieti di spostamento previsti per le festività?

Sì, come previsto dall’art.1, comma 3, del cosiddetto “decreto Natale” (decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172), la sanzione applicabile è quella amministrativa, da 400 a 1.000 euro, eventualmente aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo.

Passeggiate all’aria aperta

Le FAQ non ne fanno riferimento ma rispettando quanto previsto per le zone arancioni e rosse, sembra chiaro che sarà possibile fare una passeggiata o attività motoria dalle 5 alle 22 nei feriali mentre nei giorni festivi e prefestivi

“le passeggiate sono ammesse, in quanto attività motoria, esclusivamente in prossimità della propria abitazione. Sono chiaramente ammesse, inoltre, nel caso siano motivate per compiere gli altri spostamenti consentiti (andare al lavoro, motivi di salute o necessità). Per esempio, è giustificato da ragioni di necessità spostarsi per fare la spesa, per acquistare giornali, per andare in farmacia, o comunque per acquistare beni necessari per la vita quotidiana. In ogni caso, tutti gli spostamenti sono soggetti al divieto generale di assembramento, e quindi dell’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza minima di 1 metro fra le persone. Resta comunque consentita la passeggiata, al fine di accompagnare i minori o le persone non completamente autosufficienti, senza che sia in questo caso necessario il rispetto della distanza di un metro.”

Per scaricare il modulo per l’autocertificazione CLICCA QUI

Fonti di riferimento: Governo, Gazzetta Ufficiale,

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook