La Campania resta in zona rossa dopo Pasqua. Per Veneto, Marche e Trento scatta l’arancione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sfuma l’ipotesi della “promozione” della Campania in zona arancione. I dati emersi dalla riunione della Cabina di Regia sul monitoraggio settimanale della pandemia non sono rassicuranti come ci si aspettava e l’RT della regione è superiore a 1,25, nonostante quello nazionale sia in calo. Anche dopo Pasqua, quindi, la Campania resterà rossa almeno per altre due settimane. Nelle prossime dovrebbe arrivare la conferma le ordinanze firmate dal ministro della Salute Roberto Speranza. Buone notizie, invece, per il Veneto, le Marche e la Provincia autonoma di Trento che il prossimo martedì lasceranno la zona rossa.

Veneto, Marche e Provincia autonoma di Trento in fascia arancione dopo Pasqua

La zona arancione, invece, è sempre più vicina per il Veneto, che potrebbe dire addio al rosso subito dopo Pasqua. Ad comunicarlo oggi il Presidente della Regione Luca Zaia, che nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato di aver parlato con il ministro della Salute Speranza.

“Il contenimento è avvenuto, saremo zona arancione.” – ha affermato Zaia –”Posso annunciarlo, ne ho parlato col ministro Speranza e spero non ci siano sorprese. Adesso il ministro farà una verifica se potremo partire da martedì o mercoledì, il dettaglio lo definirei dopo. Se possibile anticipare di un giorno, anche nell’ottica dell’apertura delle scuole e di tutte le attività che stiamo facendo”. Il giorno dopo Pasquetta si potrebbero aprire gli asili nido, stiamo capendo se riusciamo, in accordo con il ministero della Salute, a valutare l’apertura un giorno prima. Quindi si passa all’arancione e questo trasferisce la responsabilità: si va da misure collettive con restrizioni altissime a responsabilità sempre più individuali, più si attenua il colore più la responsabilità torna in pancia a ognuno di noi”.

Promosse in fascia arancione anche le Marche, come annunciato sui social dal Presidente della Regione Francesco Acquaroli:

Dal prossimo martedì anche la Provincia autonoma di Trento potrà lasciare la zona rossa e le scuole torneranno completamente in presenza fino alle medie e con la Dad al 50% alle superiori. A dare l’annuncio del passaggio in fascia arancione è il presidente della Provincia autonoma, Maurizio Fugatti, che in videoconferenza ha letto la comunicazione ufficiale del Ministero della Salute, auspicando che nei prossimi giorni il Governo possa concedere deroghe “sulla base della valutazione del contagio, non solo per noi ma anche per altre realtà con numeri da zona gialla, come quelli odierni”.

Fonte: ISS/Adnkronos/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
LCI

Come il giornale e la carta che butti diventano un nuovo materiale

eBay

Come guadagnare online con i LEGO e le carte da gioco

eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

Deceuninck

Nuova era delle finestre: con la ThermoFibra diventano 100% riciclabili

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook