I consumatori tedeschi si sentono imbrogliati dalla Ferrero per il taglio delle barrette Kinder

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I consumatori tedeschi si sentono presi in giro da Ferrero e, in particolare, dalle barrette Yogurette e Kinder cioccolato che proprio in questi giorni sono stati eletti dal Consumer Center di Amburgo come “Mock Pack del Mese”,  per aver ridotto le quantità di prodotto nelle confezioni (8 barrette invece che 10) passando da 125 gr a 100 gr.

Perché se è vero che anche il prezzo della confezione è diminuito, come fanno notare dal centro di consulenza dei consumatori ,è aumentato fino all’8% quello della singola barretta. A prima vista, infatti, essendo diminuito il prezzo, le barrette sembrerebbero più economiche, ma andando a fondo non è così.

@vzhh

Non solo: il poco encomiabile premio di “prodotto falso del mese”, l’azienda d’Alba se lo sarebbe aggiudicato essenzialmente perché non avrebbe mantenuto la promessa con i consumatori tedeschi quando, esattamente 5 anni fa,  aumentò la quantità da 100 e 125 gr pubblicizzandola con lo slogan “Più contenuto per sempre: 10 barrette a 125 g”. Promessa che oggi Ferrero ha infranto, senza contare che in questi 5 anni la confezione ha subito un aumento di prezzi fino al 30% se si pensa che nel 2015 costava ancora 99 centesimi contro 1,49 euro della confezione da 10 e 1,29 di quella attualmente in commercio.

L’azienda italiana ha giustificato la scelta sostenendo che il formato da 100 gr era più apprezzato secondo le ricerche di marketing.

@vzhh

Critica anche agli ingredienti di Yogurette

Il centro di consulenza dei consumatori entra nel merito anche degli ingredienti delle barrette Yogurette: il nome e la confezione su cui si possono vedere fragole succose, hanno poco in comune con il contenuto. Come si legge:
Invece di frutta ci sono quantità modeste di polvere di fragole e con 571 calorie per 100 grammi, Yogurette è una vera bomba calorica e ha più calorie di quasi tutti gli altri cioccolatini, quindi il tutto ha ben poco a che fare con lo yogurt e il senso di leggerezza e naturalezza del prodotto comunicato dal packaging.

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook