Grissini: quali e come scegliere?

grissini-confronto-etichette

Grissini, uno snack comodo quando si è fuori casa o al posto del pane per accompagnare i propri piatti preferiti.

Se non si ha tempo di preparare da soli i propri grissini e ci si reca in alimentari o supermercati per l’acquisto, ci si trova di fronte ad un’ampia varietà di prodotti. Ma come scegliere dei grissini di qualità?

Anche in questo caso, per capire meglio di che tipo di prodotto stiamo parlando bisogna leggere con attenzione l’etichetta dando un’occhiata anche ai valori nutrizionali.

Gli ingredienti riportati dovrebbero essere pochi e semplici, le farine di qualità (meglio se poco raffinate o integrali) così come il grasso utilizzato (il top è ovviamente l'olio extravergine d’oliva in forma esclusiva), attenzione anche alla presenza più o meno consistente di sale.

Come sempre vi consigliamo, quando possibile, di preparare in casa i vostri snack salati. Qui trovate una ricetta per realizzare grissini attorcigliati con esubero di pasta madre, mentre a questo link trovate la ricetta di grissini senza lievito.

Se vi capita però di acquistare grissini già pronti, come fare a scegliere un prodotto di qualità?

Per aiutarvi a fare una spesa più consapevole abbiamo messo a confronto i più comuni e utilizzati grissini, quelli che probabilmente anche voi avete in casa o vi è capitato di acquistare.

LE ETICHETTE A CONFRONTO

Grissini Torino – San Carlo

sancarlo cover

Ingredienti: Farina di grano tenero tipo "0", Olio vegetale (palma) (4, 5%), Farina di orzo maltato, Sale, Destrosio (1, 1%), Lievito

sancarlo tabella

Fagolosi gusto classico – GrissinBon

grissinbon cover

Ingredienti: Grissini tipo “0” con olio extra vergine d’oliva 1,4%; farina di grano tenero tipo “0”, crema di lievito, olio di palma, strutto, Presal® sale iodato (sale, iodato di potassio 0,007%) 3%, olio extra vergine d’oliva, estratto di malto d’orzo, farina di frumento maltato

grissinbon tabella

Pangrì – Mulino bianco

mulino bianco cover

Ingredienti: Farina di grano tenero tipo "0", olio di semi di girasole (11%), lievito, sale, estratto di malto d'orzo e mais. Può contenere tracce di: frutta a guscio, latte, sesamo, soia e uova.

mulino bianco tabella

Gli sfilati con olive – Pavesi

pavesi cover

Ingredienti: Farina di grano tenero tipo “0”, olive nere e verdi 11,8% (olive nere, olive verdi, sale), olio di semi di girasole 11,2%, cereali croccanti (riso, orzo, zucchero, avena, segale, frumento, malto d'orzo, sale), lievito, sale, estratto di malto d'orzo e mais, emulsionante: mono- e digliceridi degli acidi grassi, aroma, prezzemolo. Può contenere tracce di: soia, latte, frutta a guscio, uova, sesamo.

pavesi tabella

Grissini con olio d’oliva – Panealba

panealba cover

Ingredienti: farina di grano tenero tipo 0, olio di oliva 8%, lievito di birra, sale, farina di frumento maltato

panealba tabella

Bongrì classico – La Buona Terra

bongri cover

Ingredienti: farina di grano tenero tipo "0", olio extra vergine d'oliva 8%, lievito, sale marino, farina di frumento maltato

bongri tabella

Grissini senza glutine - Schär

schar cover

Ingredienti: fecola di patata, farina di riso , amido di mais modificato , lievito , farina di grano saraceno , olio di palma, sciroppo di glucosio-fruttosio , zucchero , sale , addensanti: Idrossipropilmetilcellulosa ; emulsionante: esteri mono- e diacetiltartarici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi ; agenti lievitanti: carbonato acido di ammonio ; aroma naturale

shar tabella

Mini grissini senza glutine – Le veneziane

veneziane cover

Ingredienti: Sale, Agenti lievitanti: carbonato di ammonio, idrogeno carbonato di sodio, difosfato, Emulsionante: lecitina di soia, Aroma naturale, Può contenere tracce di frutta secca a guscio, arachidi e sesamo, Amido di mais, Fecola di patate, Farina di mais (13%), Farina di riso, Olio extra vergine di oliva (5.9%), Olio vegetale di palma, Fibra di semi di Psyllium, Semi di lino, Sciroppo di glucosio

veneziane tabella

Grissini – Enerzona

enerzona cover

Ingredienti: Farina di grano tenero tipo 0 - Proteine di soia (16%) - Proteine idrolizzate del frumento (12%) - Semi di sesamo decorticati (12%) - Olio extravergine di oliva (8%) - Lievito - Antiossidante: acido ascorbico - Sale - Farina di grano tenero maltata - Aromi. Può contenere tracce di cereali contenenti glutine, uova, soia, latte, sesamo, frutta a guscio.

enerzona tabella

Grissini di farro con curcuma – Fior di Loto

fior loto cover

Ingredienti: Farina di farro bio 83%, olio extra vergine di oliva bio 10%, curcuma bio 2%, sale, lievito (Saccharomyces cerevisiae).

fior loto tabella

Grissini di farro – Probios

probios cover

Ingredienti: Farina di farro* (contiene glutine)* 81%, olio extravergine di oliva* 8%, sciroppo di mais*,sale, lievito (saccharomyces cerevisiae). (*da agricoltura biologica) - Può contenere tracce di semi di sesamo e latte.

probios tabella

Grissini sottili integrali – Baule volante

baule volante cover

Ingredienti: Farina integrale di grano tenero*, olio extravergine di oliva* 3%, lievito di birra, sale. (*da agricoltura biologica) - Può contenere tracce di semi di sesamo.

baule volante tabella

TABELLA COMPARATIVA

Mettiamo adesso a confronto nello specifico nei grissini: la farina e il tipo di olio o grasso utilizzato, le calorie e il quantitativo di sale. Questa tabella comparativa vi agevolerà il compito.

Per visualizzare la tabella ingrandita e scaricare il PDF clicca qui

tabella grissini

IL PARERE DELLA NUTRIZIONISTA

Abbiamo chiesto a Iolanda Frangella, biologa nutrizionista, di darci qualche consiglio per scegliere dei grissini di maggiore qualità. Ecco cosa ci ha detto:

"I grissini sono tra i sostituti del pane più utilizzati. Chiamarli sostituti non è in realtà corretto poiché qualitativamente non sono assolutamente la stessa cosa. Come riporta Francesca Biagioli nell'articolo, esistono grissini di discreta qualità, contenenti meno oli e grassi industriali, fatti con farine alternative e aggiunti di semini vari. Resta però un comune denominatore: 100g di grissini hanno le stesse calorie di un piatto di pasta al pomodoro con una spolveratina di parmigiano. Questo cosa vuol dire? Non che debbano farsi spuntini o break durante la giornata con un bel piatto di pasta ma piuttosto che lo spuntino con grissini è carico in quantità ma povero in qualità. Appaiono leggeri e uno tira l'altro ma mangiucchiarli soprattutto al ristorante in attesa delle portate, non è proprio l'abitudine migliore. Io consiglio sempre, se si ha la possibilità, di consumare direttamente un po' di pane (è meno calorico dei surrogati), oppure fare pausa con della frutta secca, un frutto, un tocchetto di parmigiano".

Francesca Biagioli