formaggini-confronto-etichette

Formaggini. Prodotti tanto amati dai bambini per il loro sapore che ricorda il latte e la consistenza cremosa che a contatto con il calore tende a fondere. C'è chi li spalma sul pane, chi li mette all'interno di pasta, riso o minestre. Ma vi siete mai chiesti cosa c'è davvero dentro i formaggini? Quali sono i criteri per scegliere i prodotti migliori (o meno peggio) sul mercato?

Come sempre per capire cosa portiamo in casa dobbiamo andare a leggere l'etichetta del singolo prodotto e la tabella nutrizionale. Nel caso dei formaggini spicca subito all'occhio che oltre al latte, ai formaggi (il più delle volte di scarsa qualità) e alle proteine del latte vengono aggiunti altri ingredienti per migliorare il sapore (sale) e la consistenza dell'alimento rendendolo quindi più appetibile.

Uno dei grandi problemi legati al consumo di formaggini sta nella presenza di polifosfati, sostanze che possono trovarsi all'interno della lista degli ingredienti anche sotto forma di sigle (E452, E544, ecc). I polifosfati sono accusati in particolare di interferire con la metabolizzazione del calcio (un problema da non trascurare dato che stiamo parlando di prodotti che vantano un alto quantitativo di calcio e che spesso vengono dati ai bambini!). Alcune marche hanno infatti deciso di eliminarli dai propri prodotti e spesso in bella vista sulle confezioni si legge "senza polifosfati".

formaggini tabella polifosfati

Altra nota dolente dei formaggini è che spesso sono realizzati con molto sale. La concentrazione di questa sostanza spesso supera i 2 grammi ogni 100 grammi di prodotto e dovrebbe essere presa in considerazione soprattutto da chi soffre di ipertensione ed in caso di somministrazione di questi alimenti ai bambini. 

Leggi anche: FORMAGGI FUSI A FETTE E FORMAGGINI: 5 BUONI MOTIVI PER RIDURNE IL CONSUMO

Mettiamo ora a confronto i più noti e amati formaggini, quelli che probabilmente anche voi avete in casa o vi è capitato di acquistare per voi o i vostri bambini.

LE ETICHETTE A CONFRONTO

BEL PAESE – GALBANI

bel paese cover

Ingredienti: formaggi (latte, sale, caglio), acqua, siero di latte in polvere e/o concentrato, burro (crema di latte e/o di siero di latte), proteine del latte, sali di fusione: polifosfati di sodio, citrato di sodio.

bel paese tabella

MIO – NESTLÈ

mio coverIngredienti: Acqua, siero di latte concentrato, crema di LATTE, sali di fusione citrati di sodio e citrati di potassio, proteine del latte, correttore di acidità acido citrico. Senza polifosfati né conservanti aggiunti. Senza glutine.
mio tabella

SPICCHI - TIGRE

tigre cover

Ingredienti: Formaggio Svizzero 51% (Emmentaler 10%), acqua, burro, latticello in polvere, sale di fusione (citrato di sodio e di calcio), latte magro in polvere, sale.

tigre tabella

FORMAGGINI - NONNO NANNI

nonno nanni cover

Ingredienti: stracchino Nonno Nanni 30% minimo sul totale (latte, sale, caglio), acqua, formaggio, burro, siero di latte in polvere, proteine del latte, sali di fusione: citrati di sodio, correttore di acidità: acido citrico.

nonno nanni tabella

DINKI - PREALPI

prealpi formaggini cover

Ingredienti: formaggio, acqua, siero di latte in polvere, burro, proteine del latte, sali di fusione (E331), correttore di acidità (E330), stabilizzante (E407).

prealpi tabella

FORMAGGINI - GRANAROLO

granarolo cover

Ingredienti: Formaggio, acqua, siero di latte in polvere, burro, proteine del latte, sale di fusione: citrato di sodio; correttore d’acidità:acido citrico; stabilizzante: carragenina. Senza conservanti e polifosfati.

granarolo tabella1granarolo tabella2

FORMAGGINI ALLA CRESCENZA - CERTOSA

certosa cover

Ingredienti: Formaggi 60% (latte, sale, caglio, di cui Crescenza 60%), siero di latte in polvere e/o concentrato, burro, proteine del latte, sali di fusione: polifosfati e citrati di sodio. 

certosa tabella

FORMAGGINI AL PARMEGIANO REGGIANO - PARMAREGGIO

parmareggio cover

Ingredienti: Parmigiano Reggiano DOP 25% (latte, sale, caglio), acqua, siero di latte, burro, proteine del latte sale di fusione: citrato di sodio, correttore di acidità: acido citrico, addensante: carragenina. Senza glutine, senza conservanti e polifosfati aggiunti.

parmareggio tabella

I GOLOSI TRIANGOLINI - LEERDAMMER

leerdammer cover

Ingredienti: acqua, formaggio Leerdammer, burro, polvere di latte magro, sali di fusione: polifofasti, citrati, difosfati, acido citrico, fosfati, aroma.

leerdammer tabella

Leggi anche: FORMAGGINO MIO CON CAROTE O SPINACI: RITIRATO LO SPOT DI NESTLÈ

TABELLA COMPARATIVA

Mettiamo adesso a confronto nello specifico nei diversi formaggini: il quantitativo di sale, i grassi e l’eventuale aggiunta di polifosfati. Questa tabella comparativa vi agevolerà il compito.

tabella ok

FORMAGGINI, IL PARERE DELLA NUTRIZIONISTA

Abbiamo chiesto a Roberta Martinoli, medico e nutrizionista cosa ne pensa dei formaggini e se sono davvero dei prodotti indicati per i bambini, come vogliono farci credere. Ecco cosa ci ha detto:

“La prima considerazione che ci viene da fare è che se si trattasse di formaggi di alta qualità non finirebbero di certo all’interno di un formaggino. Spesso si tratta infatti di formaggi ottenuti da latte in polvere. Poiché poi a nessuno piacerebbe percepire una certa granulosità dal momento che ci aspettiamo che un formaggino debba essere cremoso l’industria ricorre all’uso di polifosfati o sali di fusione. Lo scopo è quello di mantenere ben mescolate le parti grasse e quelle acquose che altrimenti tenderebbero a separarsi. La texture dell’alimento migliora ma l’inconveniente sta nel fatto che i polifosfati impediscono il corretto assorbimento del calcio. Pensate al paradosso di un formaggino che venga pubblicizzato come alimento adatto ai bambini e agli anziani per il suo alto contenuto in calcio ma che presenti nella lista degli ingredienti questi sali di fusione!"

Ma i formaggini possono essere in alcuni casi addirittura potenzialmente pericolosi per la salute?

“Una considerazione da fare è che il fosforo è una tossina cardiovascolare sia nei soggetti con funzione renale normale che nei nefropatici. L’iperfosforemia porta alla formazioni di calcificazioni della media vascolare (Knochel, 2005), altera la funzione endoteliale e riduce la produzione di ossido nitrico (Shuto et al., 2009), è associata a livelli più alti di PCR, proteina C-reattiva (McGovern et al., 2013), ad ipertrofia ventricolare sinistra, insufficienza cardiaca ed eventi cardiovascolari (Kestenbaum B et al., 2014). Assumiamo la gran parte del fosforo mangiando alimenti proteici. Un grammo di proteine ne apporta circa 12-14 mg (Boaz M, 1996). I LARN stabiliscono per questo minerale un fabbisogno medio di 580 mg/die per tutte le fasce di età. Se però nella nostra alimentazione abbondano alimenti di origine industriale (in particolare bevande gassate e formaggi fusi o spalmabili) rischiamo di assumerne giornalmente 200-500 mg in più”.

Quindi li acquistiamo o no?

“Oltre tutto quello già detto, i formaggini tendono ad essere ricchi in sale (fino a 0,5 g per porzione) ed in grassi saturi. Il consiglio non può che essere quello di mangiare formaggio vero!”

Francesca Biagioli

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram