@COREPLA

Al Fuorisalone di Milano la suggestiva installazione artistica con bottiglie di plastica, per celebrare il riciclo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Fino al 19 settembre al Fuorisalone di Milano sarà possibile ammirare un’originale installazione artistica che dimostra come i rifiuti possano essere trasformati in risorsa grazie alla raccolta differenziata e al riciclo.
UNcracked – così si chiama l’opera – è stata realizzata da Stroop Design ed è frutto della collaborazione tra il brand Fratelli Guzzini e Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica). 
 

L’installazione, interamente in policarbonato, presenta una fessura frastagliata piena di bottiglie di plastica compattate e invita i partecipanti a mettersi in gioco e ad aumentare la loro consapevolezza sull’impatto delle proprie azioni, lasciando loro un messaggio di speranza: quella di poter riuscire ad abbracciare uno stile di vita che ci permetta di riconnetterci alla Terra.

Un’opera che trasmette speranza ma è anche un invito alla responsabilità

Abbiamo deciso di partecipare a Creative Connections con Guzzini per diffondere il messaggio che la plastica si può trasformare da rifiuto a risorsa, – commenta il Presidente Corepla Giorgio Quagliolo – guardando oltre la prima impressione e mostrando i risultati tangibili, in questo caso i prodotti Guzzini, della trasformazione resa possibile dal contributo del pubblico che ha riciclato le proprie materie plastiche, di Corepla che ne ha gestito la filiera, e delle aziende che hanno messo a disposizione le proprie risorse, tecnologie e know-how per trasformare la plastica in materia prima secondaria. 

UNcracked è quindi un’opera che vuole spingere tutti ad agire nella propria quotidianità per fare in modo che un futuro migliore e più sostenibile non resti soltanto un sogno, ma possa diventare realtà.

Ognuno di noi dovrebbe sentirsi individualmente responsabile della protezione dell’ambiente e del Pianeta. – spiega Domenico Guzzini – E ognuno, a seconda del proprio ruolo all’interno della comunità, dovrebbe trasformare questa responsabilità in azioni autentiche e tangibili.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube
 
Fonte: COREPLA
 
Leggi anche:
 
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook