I tappi delle bottiglie di plastica potrebbero valere una piccola fortuna: non buttarli!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tappi di bottiglia. Che farne? Gettarli nella differenziata è certamente una buona soluzione, decisamente migliore rispetto a quella di abbandonarli nell’ambiente o conferirli nel secchio dell’indifferenziato. Ma ci sono tante iniziative che si occupano della raccolta dei tappi a fini benefici.

Piccoli e apparentemente insignificanti, ma se tornano a nuova vita sono in grado di aiutare chi ne ha bisogno. I tappi delle bottiglie di plastica possono essere una minaccia per l’ambiente, ma se raccolti possono valere anche una piccola fortuna.

Secondo il Cicap, una tonnellata di tappi può valere circa 150 euro e corrisponde a più di 400 mila unità. La raccolta dei tappi di plastica delle bottiglie può essere condotta dalle associazioni poiché i tappi non vengono considerati rifiuti urbani, a differenza delle bottiglie, che invece devono essere ritirate dagli appositi consorzi di raccolta. Le leggende metropolitane sarebbero nate quando in Italia la raccolta dei tappi di plastica a fini benefici non esisteva ancora.

Esistono diverse associazioni e iniziative che da oltre un decennio si occupano di raccogliere i tappi e di offrirsi come punto di ritiro per i cittadini ma non sempre è facile trovarne nella propria città.

Ma a fornire un aiuto è l’Associazione Amico dell’ambiente che non solo si occupa della raccolta dei tappi, ma cerca di aggregare e rendere note anche le associazioni che lo fanno a livello locale.

Si tratta di un progetto nato da un’idea di Claudio Capovilla e sostenuto da Giovanni Giantin, che avevamo intervistato nel 2004.

Attraverso la raccolta di plastica da riciclo, l’associazione punta a a stenere scuole e associazioni:

“I tappi in plastica consegnati alle associazioni verranno pagati a peso e si otterranno guadagni immediati, contribuendo così a creare un mondo “più pulito”” spiega l’associazione.

Come fare a trovare il punto di raccolta più vicino

I cittadini possono inoltre conoscere facilmente i punti di ritiro più vicini, presenti su tutto il territorio nazionale consultando la mappa presente QUI.

Nel caso in cui non è presente un punto di raccolta, è possibile (se si fa parte di un’assocazione) contattare Amico dell’ambiente. Quest’ultima infatti permette di riunire enti e associazioni per la raccolta. È possibile aderire alla rete Amico dell’ambiente e sostenere un progetto con i tappi di plastica raccolti scrivendo a [email protected] o chiamando il numero +39 049 9800857.

Fonti di riferimento: Cicap, Amico dell’ambiente, Facebook/Amico dell’ambiente

LEGGI anche:

Raccolta tappi di plastica: come fare e a chi rivolgersi

Imballaggi e bottiglie di plastica: vanno lavati per la raccolta differenziata? E i tappi vanno avvitati? (VIDEO)

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook