StarTap, raccogliere i tappi in metallo per dar vita a un’opera d’arte di ‘riciclo creativo collettivo’

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Raccogliere i tappi in metallo delle bottiglie per dar vita a un’azione di riciclo creativo collettivo che li trasformerà in un’opera d’arte dedicata a Napoli.

Prende il via il progetto “Startap” in cui bar, ristoranti, pizzerie e cittadini sono invitati a non gettare e a conservare i tappi delle bibite in metallo (quelli a corona) e contribuire così alla cultura del riuso che culminerà in un opera ambientale che verrà realizzata dall’artista Luigi Masecchia,  dedicata a Napoli e successivamente donata alla città stessa.

Patrocinata dal comune di Napoli il progetto vuole rappresentare “una contaminazione tra il sociale, sostenibilità e l’arte accessibile:

“Un’iniziativa attiva di educazione e promozione della cultura del riuso, attraverso un processo diffuso e partecipato di creatività urbana: ciò che viene normalmente scartato diventa preziosa tessera di un mosaico cittadino di consapevolezza e cura del territorio, restituendo infine un’affascinante opera di land art, nuova iconografia del consumo critico e moderno tassello del patrimonio artistico cittadino” ha dichiarato l’Assessore Luigi Felaco nella nota stampa.

L’artista Luigi Masecchia non è nuovo a questo tipo di arte. Nel 2014 era stato l’ideatore di TAppo’st, un progetto in cui con l’upcycling i tappi erano si erano trasformati in vere e proprie opere di pop art 3D, a partire dal famoso barattolo di zuppa Campbell.

Ma quanti bisognerà raccoglierne e cosa farne poi? Come spiegano dal sito del comune di Napoli,

“Ogni busta verrà ritirata utilizzando dei corrieri privati e coinvolgendo due incaricati, per un minimo di raccolta, è richiesto l’equivalente di una classica busta della spesa”.

Se siete un locale, un’associazione o anche un gruppo di cittadini, potete aderire inviando un’email al seguente indirizzo di posta elettronica: info@luigimasecchia.it. I tappi verranno ritirati a carico dell’artista.

Fonte: Comune di Napoli

Ti potrebbe interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile e Co-Founder di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa di diversi settori. Appassionata di tecnologia e ambiente, ha tenuto corsi di scrittura per il web dedicati a giornalisti e studenti.
Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook