Sedie a rotelle e climatizzatori grazie alla raccolta dei tappi di plastica (funziona davvero!)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vi sarà sicuramente capitato di imbattervi in una delle tante raccolte di tappi di plastica presso scuole, associazioni o enti e magari di contribuire portando i vostri tappi. Se avete mai avuto il dubbio sulla bontà di questo tipo di iniziative, dovete assolutamente leggere questo articolo!

Il gruppo anonimo volontari di Sospiro, in provincia di Cremona, ne ha raccolti e venduti oltre 38mila e con il ricavato ha acquistato 36 sedie a rotelle e due climatizzatori portatili donati alla Fondazione Sospiro di Cremona e ad altri enti del territorio.

Aziende, scuole e privati cittadini contribuiscono all’iniziativa da diversi anni, conferendo i propri tappi ai volontari e presso i punti di raccolta.

I volontari, affiancati dai residenti medio-gravi della Fondazione Sospiro di Cremona, si occupano di smistare e pulire i tappi e di consegnarli man mano all’azienda di materie plastiche Seoran di Sesto Cremonese, che li acquista per produrre materiali per l’edilizia e il giardino.

Raccolta tappi di plastica

©La Provincia di Cremona

Una bella storia di solidarietà e di economia circolare, che grazie alla collaborazione di diverse realtà ha consentito di acquistare nel tempo decine di nuove carrozzine e due condizionatori portatili.

«Nel corso di questi anni sono stati conferiti e smistati ben 38.215 chili di tappi che con la loro vendita hanno permesso l’acquisto di trentasei sedie a rotelle e due climatizzatori portatili donati a Fondazione Sospiro e non solo», ha spiegato Giorgio Rampi, un responsabile del gruppo.

Nei giorni scorsi altre quattro nuovissime sedie a rotelle sono state donate alla Fondazione sospiro e una è stata regalata ad Anffas Cremona Onlus, anch’essa impegnata nella raccolta dei tappi.

Raccogliere i tappi di plastica per solidarietà non è una bufala, ma una vera e propria buona azione (anche per l’ambiente).

Come faccio a donare i tappi di plastica?

Chi volesse contribuire alla raccolta dei tappi di plastica del gruppo Sospiro, può rivolgersi direttamente alla Fondazione Sospiro dove è presente un punto di raccolta.

L’iniziativa è presente in numerose città e spesso è promossa e portata avanti da associazioni, amministrazioni comunali e provinciali, scuole, negozi, aziende di raccolta dei rifiuti o gruppi di cittadini che si occupano di installare contenitori per la raccolta sul territorio e di gestire lo smistamento e la vendita.

A questo indirizzo è possibile consultare una mappa di alcuni punti di raccolta dei tappi di plastica presenti in Italia: se non dovesse essere presente nella propria zona è possibile attivarsi per dare il via alla raccolta.

Fonte di riferimento: Fondazione Sospiro/La Provincia di Cremona

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook