Il cartoccio tutto italiano realizzato con le bucce di patate per dire addio alla plastica nello street food

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo uso alle bucce di patate! Peel Saver, il packaging ecologico per patatine fritte costituito da componenti 100% naturali

Negli ultimi anni fortunatamente le innovazioni vanno a braccetto con l’ambiente e spesso sono legate ai nostri “rifiuti”. Questa volta a confermare questo trend verso un’economia circolare sono Paolo Stefano Gentile, Simone Caronni e Pietro Gaeli, tre giovani designer che con il loro progetto Peel Saver, recuperano le bucce di patata per trasformarle in un packaging 100% biodegradabile adatto per lo street food. (LEGGI anche: Questo chiosco serve patatine fritte dentro foglie di banano per evitare l’uso della plastica monouso)

©Peel Saver

“Può sembrare banale ma ci siamo ispirati alla natura. Infatti la buccia esiste per proteggere il suo contenuto proprio come un packaging dovrebbe fare”, ci racconta Paolo in un’intervista.

La buccia di patata è costituita da amidi e componenti di fibre che, dopo la macerazione e l’essiccazione naturale, acquisiscono la capacità di legarsi tra loro e di indurirsi, dando vita così ad un nuovo materiale sostenibile. Non solo, dopo l’utilizzo, l’imballaggio può essere tranquillamente reinserito nel ciclo biologico diventando cibo per gli animali o concime per le piante. Non è ancora stata scartata l’idea di renderlo commestibile, ma perché questo avvenga si dovrà tenere conto di alcune importanti valutazioni tra cui il sapore.

©Peel Saver

I tre designer si sono conosciuti mentre studiavano alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, ed è precisamente lì che è nato Peel Saver. Con gli anni sono riusciti a perfezionare il loro progetto e ora sono in una fase di sperimentazione per un’eventuale commercializzazione.

“Il progetto, in questi 3 anni, grazie a premi ed esposizioni ha fatto parlare di sé ponendo l’attenzione su quello che per noi è il vero problema: la plastica monouso. Siamo felici, con Peel Saver, di aver proposto un’alternativa a ciò che il mercato oggi propone”, dichiara Paolo.

Il tradizionale packaging per lo street food ha un tempo di utilizzo molto breve e, sebbene in commercio ora molti siano realizzati in carta, una volta unti di grassi non possono essere più riciclati. Con questa soluzione zero waste, le patate vengono servite all’interno dello stesso guscio che originariamente le proteggeva.

©Peel Saver

Questi giovani designer italiani hanno trovato una soluzione innovativa e sostenibile. Peel Saver è un progetto che si ispira alla natura, un ritorno alla semplicità e non vediamo l’ora di vederlo in commercio.

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook