Come ti realizzo le casette per gli uccelli con materiali di scarto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin


Questo inverno è stato duro per tutti, piante, animali e uomini. Proprio per questo, l’artista tedesco Reinhard Hunger, preoccupato per il benessere dei ciuffolotti che gironzolano nel suo giardino, deliziosi uccellini della famiglia dei Fringillidi, appartenenti alla sottofamiglia dei Cardellini, ha recuperato e reinventato vecchi oggetti per offrire ai pennuti canterini un riparo dal freddo e dalla neve. Fornendo allo stesso tempo a noi tutti degli spunti creativi per iniziare a praticare anche sui nostri balconi e giardini il birdgardening, alternativa “casalinga” al bird watching.

Sebbene i volatili siano in grado di adattarsi bene ai mutamenti delle condizioni ambientali, e quindi al maltempo, quando l’inverno si presenta molto rigido, lo sopportano con maggiore fatica. Per questo Reinhard ha deciso di intervenire, offrendo loro mangime e riparo in casette realizzate con materiali di recupero.

Così, una vecchia radio, svuotata dalle casse, può diventare una comoda mangiatoia da appendere a un ramo o da infilare in un tronco. E il vecchio lampadario di cristallo di nonna Haunger, decorato con vecchi rami dell’albero di Natale è un ottimo e grande rifugio per un numero elevato di uccellini.

cassette lampadario cassette noci cocco

Ma bastano anche poche noci di cocco sormontate da una parrucca di carnevale e qualche stringa di cotone per realizzare una casetta per uccelli dall’affascinante design. Ma anche un supporto per torte può diventare un elegante riparo. Tutti ingegnosi esempi di riciclo creativo che possono essere fonte di ispirazione per cogliere, è proprio il caso di dirlo, “due piccioni con una fava”, ovvero fare del bene all’ambiente attraverso il riutilizzo di vecchi oggetti e anche agli animali in difficoltà, offrendo un comodo riparo.

cassette radio cassette micro

Ricordate che la struttura va posizionata in una zona tranquilla, che non sia raggiungibile da gatti e predatori. Per effettuare il birdgardening, scegliete un punto da cui potrete godere di una vista privilegiata dalla vostra finestra. Potete appendere le casette, inclinandole leggermente in avanti per impedire all’acqua piovana di entrare, sia a un albero che a un muro della vostra abitazione, purché si tratti di un punto ombreggiato e riparato dal vento. Detto questo, la parola d’ordine è “creatività”. E magari sarete così fortunati da ritrovare a beccare semi nella vostra ingegnosa ed eco-friendly installazione una sempre più rara rondine.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook