banane legno1

Gli scarti dei banani possono tornare a nuova vita. Come? Diventando legno a basso impatto ambientale. Non è utopia ma un progetto già immesso sul mercato dall'azienda Beleaf con un processo innovativo analizzato dal Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici (CMCC), in collaborazione con WWF Italia.

Com'è nata l'idea di trasformare gli scarti del banano in legno? Questo materiale viene solitamente sminuzzato e interrato dai coltivatori delle piantagioni delle zone tropicali, perché è un ottimo fertilizzante naturale. Ma in superficie è usato anche per contenere la crescita delle erbe infestanti e mantenere il giusto grado di umidità del terreno. Proprio a partire dall’acquisizione di queste conoscenze locali, Beleaf ha puntato sul potenziale riciclo dei fusti di banano.

La nuova materia realizzata grazie agli scarti della coltivazione delle banane presenti nelle aree tropicali potrebbe arrivare a sostituire il legno di pannelli e impiallacciature riducendo gli impatti ambientali del 90%. In sostituzione del classico legno proveniente dalle foreste, l'uso della sola biomassa vegetale, uno scarto, un rifiuto se vogliamo, potrebbe evitare l’uso di risorse primarie forestali, riducendo la deforestazione e l’occupazione di suolo nel caso di impianti fortemente inquinanti.

banane legno2

Oltre a salvare le foreste, il legno prodotto dal banano non necessita di colle e sostanze chimiche inquinanti grazie alla presenza delle resine naturali della pianta. Ma non solo: azzera anche l’impiego di risorse idriche nella catena produttiva perché nel banano è presente un'elevata percentuale d'acqua. Una miniera di salute per l'uomo e l'ambiente. Con un risvolto sociale. Il processo produttivo impiegato da Beleaf per il trattamento del legno ha coinvolto nella fase di raccolta della materia prima (scarti del banano) i piccoli proprietari terrieri a conduzione agricola familiare, escludendo i terreni gestiti da multinazionali. I benefici riguardano dunque l'occupazione in aree del mondo svantaggiate.

banane legno3

Quanto fa bene all'ambiente il nuovo legno? Solo considerando la realizzazioni dei prodotti principali come pannelli e piallacci, vengono rispettivamente risparmiati il 32% e il 58% di emissioni di gas serra, rispetto al processo convenzionale di produzione di impiallacciature di legno. Senza contare i vantaggi legati ad un rallentamento della deforestazione. “Con un minimo sforzo la catena produttiva promossa da Beleaf, che usa materiali di scarto, ha coniugato in questo suo prodotto innovazione di mercato e bassi impatti ambientali, sviluppando un modello replicabile a tutti i Paesi attivi in questa produzione” – ha detto in una nota Massimiliano Rocco, Responsabile Foreste WWF Italia - Oggi più che mai bisogna diminuire la pressione dall’uso massiccio e illegale del legname proveniente dalle foreste tropicali e fare del riciclo un imperativo di vita. Questo nuovo prodotto raggiunge entrambi questi obiettivi, contribuendo alla sfida che noi tutti dobbiamo cogliere di rendere sostenibile la nostra presenza per questo pianeta, che è l’unico che abbiamo.”

Francesca Mancuso

Leggi anche:

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram