Scarpe da corsa

Riciclare vecchie scarpe da ginnastica, recuperarne la gomma e riutilizzarla. Come? Costruendo piste di atletica e creando una pavimentazione anti caduta in alcune aree gioco dedicate ai bambini. È l'iniziativa "La pista di Pietro", ispirata a Mennea.

Si tratta di una grande raccolta permanente di sneakers e scarpe sportive esauste ed usate in 100 scuole di Roma, per ridurre l'impatto ambientale e incentivare la cultura del riciclo tra i ragazzi.

Lo scopo? Quello di ridurre al minimo l'accumulo dei rifiuti in discarica e ottenere la generazione di materia prima seconda che Roma Capitale, in collaborazione con Acea e GOGREEN onlus, metterà a disposizione per la produzione proprio di piste di atletica e parchi per i più piccoli a cura di enti privati, associazioni e cittadini.

All'iniziativa ha aderito anche Manuela Olivieri Mennea, moglie del campione olimpico dei 200 metri piani a Mosca 1980 e detentore del primato mondiale per 17 anni, donando alla campagna le scarpe da corsa del corridore: da esse arriverà una piccola porzione di materiale che sarà impiegato per la pavimentazione di ciascuna "pista di Pietro".

pistapietro

Il progetto "La pista di Pietro" si affianca a "Il Giardino di Betty", un'idea in memoria di Elisabetta Salvioni Meletiou, lanciata negli anni scorsi da esosport, il primo ed unico progetto di riciclo delle scarpe sportive in Italia e in Europa.

"Il progetto che presentiamo oggi ci consente di rafforzare il legame virtuoso tra sport e buone pratiche ambientali come il riciclo e il riuso", ha detto l'assessore a Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione Paolo Masini. "Con la 'pista di Pietro' - ha proseguito Masini - i ragazzi delle nostre scuole potranno contribuire alla realizzazione di nuove strutture con un gesto intelligente e orientato alla sostenibilità ambientale. E le scarpe di uno dei più grandi campioni di questo Paese saranno il vero 'lievito madre', che sarà presente in tutte le strutture che insieme saremo in grado di realizzare".

I raccoglitori delle scarpe da ginnastica usate saranno posizionati da aprile in 100 istituti di Roma. Gli impianti sportivi e le scuole che vorranno raccogliere le scarpe per riqualificare o realizzare una propria pista di atletica o la propria area giochi potranno scrivere agli indirizzi [email protected] e [email protected]. Per l'estate appositi esobox sport di raccolta saranno presenti anche negli stabilimenti balneari del litorale romano, dove sarà possibile conferire calzature e infradito estive usate.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Riciclo scarpe da ginnastica: con Esosport più di 45mila sneakers recuperate

Qual è l'impatto ambientale delle scarpe da ginnastica? Lo rivela il MIT

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog