Trerre: a Sassari gli alunni vanno a scuola di riciclo

TRERRERiduzione, riutilizzo, riciclo: sono queste le 3 R del nuovo progetto nato in collaborazione con l'Assessorato all'Ambiente del Comune di Sassari e dedicato alle scuole cittadine. Si chiama Trerre ed è stato pensato per promuovere la buona prassi della raccolta differenziata tra i giovani alunni, proponendo diversi percorsi educativi, alcuni dei quali a scelta delle classi.

Il progetto, promosso da Gesenu (gestore del servizio di igiene urbana a Sassari) e dal Consorzio Comieco, coinvolgerà le scuole elementari, medie e superiori in attività di informazione e sensibilizzazione alla cultura del riciclo.

Elementari e medie potranno scegliere tra due progetti: Diventa tu ispettore ecologico, che propone l'adozione e la cura di una porzione di città vicino alla scuola e Salvalibri, che incoraggia la creazione di mercatini di scambio e il potenziamento delle mediateche dei vari istituti per ridare vita a cd, fumetti, videocassette e libri.

Il progetto invece obbligatorio per tutte le scuole di questo grado consiste in una originale gara di raccolta della carta: alla fine dell'anno verrà premiato l'istituto che, in rapporto al numero di alunni, avrà differenziato il maggior quantitativo di materiale.

Per gli studenti delle scuole superiori il progetto comune sulla raccolta della carta si chiama Let's make a goal, mentre quelli a scelta Make you see e Make your voice heard porteranno alla realizzazione di spot pubblicitari che saranno trasmessi dalle tv e dalle radio cittadine.

Dopo il convegno ENER.LOC e la nascita della CicloOfficina, e dopo essersi piazzata al 49° posto nella classifica "Ecosistema Urbano" stilata da Legambiente, Sassari si riconferma dunque una cittadina attenta all'ambiente e all'educazione delle nuove generazioni.

Eleonora Cresci

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

corsi pagamento
seguici su facebook