Le cucine plastic free che durano una vita

La maglietta 100% biodegradabile che quando smetti di usarla… diventa cibo per insetti e animali!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando non potrete più usare la Plant and Algae T-Shirt, basterà seppellirla e in un anno diventerà cibo per gli animali.

La T-Shirt Plant and Algae del marchio inglese Volleback, è una maglietta 100% biodegradabile composta esclusivamente con polpa di eucalipto, faggio e alghe. Non è l’unica cosa che sorprende di questo indumento, quando non potrete più usarlo, dovrete solo seppellirlo nella terra e si biodegraderà in soli 12 mesi, trasformandosi in cibo perfetto per vermi e altri animali. (LEGGI anche: Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele)

Per realizzare questa maglietta, i gemelli Nick e Steve Tidball, fondatori dell’azienda, utilizzano un esclusivo filo realizzato con polpa di eucalipto e faggi, provenienti da foreste sostenibili. Per realizzare la stampa si utilizzano alghe coltivate in un bioreattore che, dopo essere passate attraverso un filtro e asciugate, formano una polvere che si trasforma in inchiostro.

Non è la prima volta che Vollebak stupisce con i suoi capi di abbigliamento. Anzi, il marchio ha vinto diversi premi distinguendosi per l’uso della scienza e della tecnologia per creare – come dicono loro – “i vestiti del futuro”. Basta pensare alla loro Deep Sleep Cocoon, una tuta da indossare nelle prime missioni su Marte o alla loro camicia Planet Earth, progettata per essere usata in tutte le condizioni dei 510 milioni di chilometri quadrati della superficie della Terra.

Negli ultimi anni, l’impronta ambientale dell’industria della moda è cresciuta in modo esponenziale, per questo motivo urge che il settore promuova dei cicli di produzione più rispettosi dell’ambiente. Alcuni di loro, come dimostra questa maglietta di Vollebak, hanno accolto favorevolmente la sfida andando alla ricerca di materie prime sostenibili e innovative. Ma anche noi possiamo dare il nostro grande contributo evitando gli acquisti inutili e scegliendo prodotti sostenibili.

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook