Spazzatura in passerella: sfilano gli abiti creati dai rifiuti di plastica raccolti per le strade di Lagos #TrashionShow

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Trashion Show è un evento provocatorio organizzato dagli attivisti della onlus Green Fingers Garden sul tema dei danni della plastica

Esohe Ozigbo, una giovanissima attivista ambientale, sfila in passerella insieme alle sue compagne,  indossando vestiti fatti di sacchetti di plastica nella città di Lagos, Nigeria. 

Ozigbo e gli altri volontari della onlus Green Fingers Garden cuciono la plastica ai tessuti per creare capi che indossano durante il  “Trashion Show”. Questo evento provocatorio, che gioca sulla crasi delle parole inglesi “Trash” (spazzatura) e “Fashion”, è una manifestazione finalizzata a sensibilizzare gli abitanti della città sul tema del riciclo e dei problemi generati dai rifiuti che invadono la metropoli. 

La giovane attivista ha dichiarato a Reuters

Il Trashion Show significa molto per me, lo faccio da anni ed è come un modo per mostrare a tutti cosa possiamo fare con la spazzatura che scartiamo. Siamo solo adolescenti ma stiamo cercando di portare un cambiamento nel mondo. 

Il fondatore dei Green Fingers Garden, Chinedu Mogbo ha spiegato:

Piuttosto che portare tutta la spazzatura in una discarica…Abbiamo deciso di riutilizzarla e fare il “Trashion Show”

Recentemente Ozigbo e il suo gruppo hanno guadato il corso d’acqua del quartiere Sangotedo raccogliendo centinaia di bottiglie di plastica, contenitori di cibo e buste che bloccavano il fiumiciattolo. Indossando guanti e mascherine, i ragazzi hanno pulito l’area da enormi quantità di plastica.

Il loro scopo è stato quello di consentire all’acqua di scorrere liberamente, puntando l’attenzione, attraverso una dimostrazione pratica, ai danni causati dalla plastica monouso e dall’abbandono degli scarti in natura. 

Siamo la generazione che sarà leader tra qualche anno (…) dobbiamo iniziare ad agire adesso, perché tra pochi anni sarà troppo tardi per fare qualsiasi cosa. Siamo solo adolescenti, ma stiamo cercando di fare un cambiamento nel mondo”

ha concluso la ragazza. 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Redattrice su temi della sostenibilità sociale e ambientale. Laureata con lode in filosofia, ha conseguito un master di II livello in Rendicontazione Innovazione e Sostenibilità. Ha maturato esperienza nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi presso enti profit e no profit.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook