Shahtoosh, la lana del Pakistan che minaccia l’antilope tibetana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le antilopi tibetane sono in via di estinzione per colpa della moda di lusso. Dal loro folto sottopelo, infatti, si ricava una delle lani più soffici, fini e pregiate del mondo: si chiama shatoosh (non è la tecnica per schiarire i capelli) e in persiano significa “re delle lane”.

Questo tipo di filato, che può essere ricavato solamente uccidendo l’animale, affolla ancora oggi negozi e mercati di Islamabad, in Pakistan, anche se il suo commercio è illegale. Alle donne medio-orientali, infatti, piacciono molto gli scialli Shahtoosh, status symbol per le élite più ricche, che vengono realizzati da artigiani altamente qualificati del Kashmir.

Poco importa che lavorarli o indossarli sia un reato punibile, in India come in Pakistan. Il commercio internazionale dell’antilope tibetana è vietato anche ai sensi della Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES), di cui il Pakistan è firmatario. Nonostante controlli e dispositivi normativi, durante i mesi invernali gli scialli marrone-beige sono indossati da uomini e donne e drappeggiano molti sari e salwar kameez ai matrimoni sontuosi e alle cene in luoghi esclusivi.

The-Nida-Azwer-atelier-sh-008

La maggior parte dei nostri clienti sono pakistani, non stranieri. Apprezzano il vero valore di questi scialli”, spiega un negoziante, che mostra con orgoglio un raro shahtoosh color bianco crema, in vendita per 4.000 dollari. I prodotti, essendo illegali, non sono esposti. Vengono tirati fuori solo per “compratori seri”, che sono spesso le madri benestanti desiderose di acquistare questi scialli delicati per la dote della figlia.

antilope tibetana cucciolo

Nuzhat Saadia Siddiqi, ambientalista e attivista, commenta: “il fattore di prestigio può essere elevato con lo shahtoosh, ma è un falso prestigio, che si regge sulle carcasse di animali morti. Chiunque indossa, acquista, vende o regala scialli shahtoosh dovrebbe vergognarsi “. La domanda ha già spinto l’antilope sull’orlo dell’estinzione, la cui popolazione è diminuita di oltre il 50% negli ultimi 20 anni.

Roberta Ragni

LEGGI ANCHE:

Angora: la terribile verità sulla lana dei conigli (VIDEO)

Vivere senza crudelta’: ecco perché non comprare la lana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook