Pellicce. Gli orrori dietro l”origine controllata’ (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pellicce di Origine Assicurata? Dietro le etichette che cercano di rassicurare il pubblico sul trattamento degli animali allevati e uccisi per le loro pellicce, ci sono volpi con le zampe prive di pelle, costrette a vivere assieme a compagni di gabbia morti e in stato di decomposizione o visoni con ferite alla testa tali che il cervello è visibile ad occhio nudo.

Sono queste, infatti, due delle molte scene raccapriccianti del nuovo video della PETA, illustrato dalla cantante inglese Paloma Faith. Il filmato offre una triste panoramica degli allevamenti di vari Paesi – tra cui l’Italia, la Francia, la Finlandia e altri – nei quali è stata attuata la strategia ingannevole di marketing dell'”Origine Assicurata” per le industrie delle pellicce.

La classificazione di “Origine Assicurata” fu creata, dopo anni in cui le vendite crollavano, dalla Federazione Internazionale del commercio delle pellicce e da altre ditte del settore, tra cui Saga Furs e KopenhagenFur. Tutte le pellicce delle cosiddette specie approvate, cioè di animali intrappolati o allevati in tutti i 29 Paesi aderenti, possono essere classificate di “Origine Assicurata”, incluse quelle degli animali la cui sofferenza è testimoniata dal video della PETA.

peta pellicce2

“Tutte le pellicce – sostiene Paloma nel video – sono il prodotto di estrema crudeltà e abuso sugli animali, per questo motivo io scelgo sempre le ecopellicce. Il mercato offre tantissime scelte di ecopellicce, perciò nessuna scusa può essere invocata per strappare la pelliccia dal corpo di un animale”.

Per questo l’associazione ha chiesto a Roberto Cavalli, che vende capi di “Origine Assicurata”, di eliminare l’utilizzo di pellicce, come hanno già fatto altri stilisti quali Vivienne Westwood, Stella McCartney e Calvin Klein. È arrivato il momento di smettere di alimentare una delle industrie più crudeli al mondo.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Basta moda crudele: l’orribile verita’ sui cani-procione scuoiati vivi per la pelliccia (VIDEO e petizione)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook