A Manchester sfila l’abito fatto di fiori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un tripudio di colori e di fiori al Dig the City, il festival del verde che si sta svolgendo in questi giorni a Manchester, presso la Exchange Square. A dare spettacolo è stato soprattutto l’abito fatto di fiori di Lisa Dickinson, proprietario del negozio Venus Flowers in città.

Insieme al suo team, formato da altri quattro fioristi, Lisa ha creato questo magnifico vestito che ha richiesto oltre una settimana di tempo per idearlo e poi per realizzarlo concretamente. Per l’occasione l’abito è stato indossato dalla modella Eleanor Davies. Lo speciale vestito è stato presentato all’interno della cornice della “foresta temporanea” di Exchange Square, uno spettacolo unico realizzato con 16 varietà di alberi, che dopo l’evento saranno piantati in un’area da riqualificare.

La sfida era quella di mantenere il vestito fresco il più a lungo possibileha raccontato Lisa. “Il trucco per fare il vestito è stato quello di utilizzare i fiori che sopportassero il caldo e che non morissero dopo poche ore”.

Per realizzare l’abito la fiorista ha utilizzato i cosiddetti fiori di cera per la gonna, un arbusto veramente resistente, arricchito di grappoli di altri fiori.

vestito fiori

È stato davvero bello estendere i confini della floristica ed è stato emozionante pensare in modo creativo. Si vede il potenziale dei fiori sotto un’altra luce”, ha aggiunto Dickinson.

Dig the City è un grande evento per la Manchester, che tinge di verde il cento britannico e che mostra che una città più green è decisamente più bella da vivere.

Così, dopo i vestiti e le scarpe compostabili, arrivano quelli fatti di fiori, un modo per dire che un’altra moda è davvero possibile.

Francesca Mancuso

Foto: BBC

LEGGI anche:

Rifiuti d’Alta Moda: immondizia in passerella

Vestiti e scarpe diventano compostabili e…monouso

Salva una mucca…mangia invece questo vestito!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook