Levi’s trova il modo di rendere la canapa morbida come il cotone e lancia la sua prima linea

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La canapa è una materia prima ecologica con la quale si possono realizzare diversi tipi di oggetti e capi di abbigliamento. Non è un caso che sempre più aziende di moda stiano tentando di investire in questo tipo di fibra sostenibile per realizzare maglie, camicie e pantaloni. Tra queste Levi’s che ha annunciato la nascita di una linea di abbigliamento in canapa e cotone.

Tutti conoscono la Levi’s, azienda che ha fatto diventare i jeans un “must have” dell’abbigliamento di giovani e meno giovani in tutto il mondo. Naturalmente la moda richiede di essere sempre al passo coi tempi e, per conquistare il mercato anno dopo anno, è necessario inventarsi qualcosa di nuovo, accattivante e possibilmente sostenibile.

Stavolta l’azienda statunitense ha fatto sapere che è riuscita a creare un paio di jeans e un giubbetto utilizzando per il 31% canapa e per il resto cotone. Questi fanno parte di una nuova collezione chiamata Levi’s “Wellthreat x Outerknown”, all’interno della quale trovano posto anche una maglietta in denim riciclato, una camicia misto canapa e dei pantaloncini da surf realizzati in nylon monocomponente completamente riciclabile.

levis giubotto

La nuova linea è stata creata con intenti ecologici. Come sottolinea l’azienda, la coltivazione di canapa richiede molta meno acqua e terra in fase di crescita, occupa meno spazio rispetto al cotone e richiede pochi o nessun pesticida. Tra l’altro la fibra di canapa utilizzata per la collezione:

“è stata ricavata da un raccolto alimentato solo dalla pioggia e quindi ha ridotto l’acqua utilizzata nella coltivazione delle fibre di circa il 30%”

Ma l’azienda intende fare di più e, continuando a studiare i modi migliori per trattare la fibra naturale della canapa, ha fatto sapere che, entro 5 anni, potrebbe riuscire a creare pantaloni e giubbotti in canapa 100%. La sfida è quella di trovare il modo di rendere morbida questa fibra che di per sé è abbastanza dura e ciò ovviamente mal si sposa con un capo di abbigliamento da indossare. La sfida è quella di ottenere un indumento 100% canapa che vesta e si senta come un 100% cotone.

canapa-levis

Già in questa collezione, la canapa è stata trattata in modo tale da assomigliare il più possibile al cotone ma c’è da fare di più per poterla utilizzare in modo esclusivo.

Nel momentoi nc ui si arriverà a vestiti 100% canapa: 

Passeremo da un indumento prodotto utilizzando 3.781 L di acqua dolce, a 2.655 litri di quello proveniente da coltivazioni di fibra di canapa”, ha detto a Business Insider il capo dell’innovazione globale dei prodotti di Lev’s Paul Dillinger, attingendo dai dati raccolti dalla Environmental Institute di Stoccolma . 

Nel futuro della moda sostenibile, però, non c’è solo la canapa. Vi avevamo parlato anche di altri capi d’abbigliamento realizzati con tessuti ecologici innovativi o nati dal riciclo.

A questo proposito leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook