CLAE lancia le scarpe da ginnastica realizzate con l’alternativa alla pelle ricavata dal cactus

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo le borse tutte italiane realizzate a partire dal cactus bio, arrivano anche le prime scarpe da ginnastica vegan realizzate con questo materiale proveniente dal deserto messicano. E non hanno nulla da invidiare a quelle in pelle.

Questa volta è dal deserto che ci arriva un nuovo prodotto fatto con materiali alternativi alla pelle. Il marchio di calzature statunitense CLAE lancia Bradley Cactus, le scarpe vegane realizzate con il cactus nopal. La creazione della nuova linea è stata possibile grazie alla collaborazione con DESSERTO, il brand creatore della “pelle vegana” altamente sostenibile e vegetale che ha vinto il Green Product Award 2020. (LEGGI anche: Il primo tessuto vegetale simile alla pelle realizzato con le pale di fico d’india da questi due giovani messicani)

scarpe vegan

©CLAE

Il nopal, conosciuto comunemente come fico d’india, è coltivato biologicamente a Zacatecas in Messico a un’altitudine di circa 2 500 m.s.l.m, esclusivamente con sali minerali naturali e acqua piovana, dimostrando così la sua bassa impronta ecologica. Inoltre, per creare questo tessuto alternativo alla pelle, vengono utilizzate esclusivamente le foglie mature della pianta, in modo tale da proteggerla e non danneggiarla.

Anche il resto della scarpa è rispettosa dell’ambiente: i lacci sono in nylon riciclato da rifiuti plastici, la suola è realizzata al 100% con gomma naturale proveniente da foreste gestite in modo sostenibile e la confezione è fatta di cartone riciclato, un materiale ecocompatibile.

Non è la prima volta che CLAE lancia una linea di prodotti all’insegna della moda consapevole e sostenibile. Alcune delle sue precedenti scarpe da ginnastica ecologiche sono state realizzate con materiali come la canapa e la plastica riciclata.

Fonte: CLAE

Sulla “pelle di cactus” leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook