@Youtube

La moda inquina: gli attivisti di Extinction Rebellion irrompono alla sfilata di Vuitton durante la Fashion Week di Parigi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Contribuisce enormemente alla crisi climatica ed ecologica e in più ha grande impatto sulle condizioni di tantissimi lavoratori e comunità che vengono sfruttati in tutto il mondo. Non c’è dubbio: l’industria della moda ha il suo bel peso in fatto di cambiamenti climatici.

È questo quanto hanno cercato di denunciare alcuni degli attivisti di Extinction Rebellion che ieri, alla sfilata di Louis Vuitton al Louvre, in occasione dell’ultimo giorno della Fashion Week di Parigi, hanno deciso di invadere letteralmente le passarelle con tanto di striscioni.

Leggi anche: Greta Thunberg contro fast-fashion e moda usa e getta: basta greenwashing, urge un cambiamento del sistema

“Consumismo = Estinzione”: è questo il loro motto. E ci sta tutto.

Un’attivista del movimento è balzata sulla passerella installata in una delle gallerie del museo francese nel bel mezzo della sfilata ed è stata poi portata fuori dalla sicurezza. Altre due persone hanno sfilato con striscioni con su scritto “Fashion Change not Climate Change“. In tutto, trenta attivisti di Extinction Rebellion, Friends of the Earth e Youth For Climate hanno partecipato all’azione.

Secondo una nota diffusa dal movimento, due di loro sono stati arrestati. 

Fonte: Extinction Rebellion

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook