change your shoes cover

Le scarpe sono un accessorio indispensabile nella nostra vita quotidiana, ma ci siamo mai chiesti davvero come vengono prodotte? Domani, 21 novembre a Torino si farà il punto sulla campagna Change Your Shoes, incentrata sul consumo consapevole e sulla difesa dei diritti dei lavoratori.

L’iniziativa di sensibilizzazione dei consumatori, dei Governi e delle aziende verso la produzione delle scarpe nasce e si diffonde in Italia e all’estero grazie al proteggo Abiti Puliti e alla rete della Clean Clothes Campaign, che da anni promuove e difende i diritti delle donne e degli uomini che lavorano nel settore tessile globale.

Change Your Shoes è una campagna sociale nonprofit che per comunicare al mondo la reale situazione del settore tessile con riferimento alla produzione di scarpe ha pensato di realizzare un video con l’obiettivo di invitare i cittadini a riflettere sui loro acquisti.

La campagna mira in particolare a chiedere alle industrie produttrici di scarpe un maggior rispetto per i lavoratori e di applicare regole più severe sull’impiego di sostanze tossiche e inquinanti. L’intento è di portare alla luce gli aspetti negativi connessi alla produzione di scarpe globale. Per rendere l’industria delle calzature più sostenibile, tutti dovrebbero impegnarsi di più: Governi, aziende e consumatori. Ci si augurano stipendi più alti per gli operai accompagnati da condizioni di lavoro davvero adeguate e senza rischi.

Una delle questioni più preoccupanti riguarda l’utilizzo di cromo, una sostanza chimica tossica, nel processo produttivo utilizzato per la realizzazione dell’85% delle scarpe di pelle del mondo. L’utilizzo di questa sostanza – come spiegano i responsabili del progetto Change Your Shoes - spesso corrisponde a gravi violazioni dei diritti umani, dato che gli standard di sicurezza e di protezione della salute vengono spesso violati. L’87% della produzione mondiale di calzature avviene in Asia, con la Cina come maggiore produttore; nel 2014 nella sola Cina sono stati prodotti oltre 14 miliardi di paia di scarpe.

campagna change your shoes

change your shoes 2

Per garantire una produzione così elevata possiamo soltanto immaginare il numero di operai impiegati nella realizzazione delle scarpe e i pesanti ritmi di lavoro da rispettare. La campagna Change Your Shoes denuncia inoltre la situazione del settore della produzione di calzature in Bangladesh, dove la popolazione che vive nelle baraccopoli delle zone in cui si trovano le concerie soffre pesantemente di disturbi come febbre, dissenteria, malattie della pelle e problemi respiratori. Gli operai delle concerie vivono un esistenza molto dura e parecchi di loro muoiono prima di compiere 50 anni. Ogni giorno migliaia di litri di liquidi di scarto inquinanti raggiungono i fiumi ed ecco allora che le problematiche legate all’ambiente e alla diffusione delle malattie risultano ancora più evidenti.

change your shoes 3

Siamo davvero di fronte ad una realtà tragica di cui non conosciamo abbastanza. La costante richiesta di nuove calzature – non solo per reale necessità ma soprattutto per seguire la moda – sta mettendo in ginocchio i territori e le popolazioni di Paesi già in difficoltà a causa della povertà.

L’argomento verrà approfondito e presentato domani a Torino con focus sulle iniziative che l’Unione Europea dovrebbe assumere nell’ambito degli aiuti allo sviluppo, della legislazione sociale, della politica economica e dei trattati internazionali per sradicare la povertà e promuovere i diritti umani dei lavoratori in Europa e in altri continenti.

Qui tutte le informazioni sull’incontro della campagna Change Your Shoes del 21 novembre.

Guardate e diffondete il video della campagna Change Your Shoes.

Negli ultimi giorni Change Your Shoes ha pubblicato sul web un nuovo video dedicato alla campagna sulla produzione delle calzature nel mondo. Lo potete guardare qui.

Infine, per approfondire l'argomento, è disponibile una App da scaricare gratis su smartphone e tablet tramite Google Play e iTunes.

"Non hai bisogno di andare all'altro capo del mondo per scoprire la verità. Fai il primo passo per garantire un'industria calzaturiera equa e trasparente. Scarica l'app oggi stesso" (dalla Campagna Change Your Shoes IT).

Marta Albè

Fonte foto: Change Your Shoes

Leggi anche:

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram