Auremar/123Rf

“Me lo fai allo stesso prezzo?” Perché preferire un commerciante di vicinato ad Amazon

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Molte volte ci abbiamo pensato: ma non sarebbe meglio comprare un regalo o un qualsiasi articolo in un negozio su strada vicino a noi piuttosto che su Amazon?

La risposta la conosciamo ed è , preferiamo acquistare da un commerciante che conosciamo, più simpatico dell’altro, più simpatico di uno che non paga neanche le tasse in Italia. Io lo preferisco.

Ma quello “antipatico” è comodo, comodissimo, ci sa proprio fare e applica prezzi più bassi. L’altro, quello simpatico, di qualunque origine, che rimette in giro nella nostra economia quanto ha guadagnato (sempre che non abbia acquistato i suoi articoli in qualche paese asiatico), fa prezzi più alti ed è un po’ più scomodo. Sempre pronto a darmi anche qualche buon consiglio però, se richiesto.

Purtroppo, non c’è partita, ma possiamo provare a cambiarla. Come? Quando avete qualche acquisto da fare, andate dal commerciante simpatico, apparentemente esoso e un po’ scomodo, e provate a chiedergli una piccola semplice cosa: su Amazon costa di meno (però deve essere vero!), me lo vendi allo stesso prezzo?

Il risultato potrà essere sorprendente. Lo sconto è pressoché assicurato e molti commercianti simpatici vi applicheranno lo stesso prezzo di una piattaforma multimiliardaria. Un’accortezza: la domanda fatela ben prima di arrivare alla cassa! Altrimenti sarete con la carta o il portafogli in mano, oramai paganti, qualsiasi prezzo sia. Se il commerciante non riesce proprio a impegnarsi, liberi di scegliere!

Oh e la cosa è valida sia a Natale, sia durante i saldi, sia SEMPRE. E, SEMPRE, chiedetevi se quanto state acquistando vi serve veramente.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laurea in Economia e Commercio, dal 1998 al servizio dell'Informazione su Internet.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook