Saldi 2011: buste di plastica o eco-shopper, che sacchetti troveremo?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

 

 

L’addio ai sacchetti di plastica previsto per il 1° gennaio prossimo si avvicina, non senza qualche dubbio. Secondo recenti disposizioni, lo stop alla produzione di buste inquinanti sarà già in vigore alla data stabilita, ma i negozianti dovranno esaurire le scorte di cui sono già in possesso. E allora come cosa troveremo nei saldi 2011 che partiranno nei prossimi giorni in tutta Italia? Le ormai defunte buste di plastica o gli shopper biodegradabili?

Il dubbio rimane aperto. Ciò che è certo è che ci saranno delle differenze in base ai negozi. I supermercati avranno tempo fino al 30 aprile per eliminarli, mentre le grandi strutture potranno farlo fino al 31 agosto e i negozi minori fino al 31 dicembre 2011.

Non saranno dunque gli eco-saldi che ci si aspettava. Anche le associazioni dei consumatori, soprattutto Federconsumatori e Adusbef, hanno contestato lo slittamento al 31 dicembre del 2011 della messa al bando definitiva degli shopper.

Rimane comunque l’incertezza sul futuro e sulle modalità precise cui i negozianti dovranno attenersi a partire dal 1° gennaio. Il cosiddetto “decreto milleproroghe” dopo l’intervento del Ministro Prestigiacomo, non sembra aver trattato la questione dei sacchetti non biodegradabili, lasciando in sospeso la messa al bando. Ad oggi non ci sono i decreti applicativi, né le norme e le sanzioni per chi viola il divieto.

Perplesse anche le catene di supermercati, che, attraverso Federdistribuzione, fanno sapere come “in questo quadro di riferimento confuso appare irrealistica l’abolizione dei sacchetti di plastica dall’inizio del prossimo anno, senza che questa decisione generi caos e si rifletta in minor servizio al consumatore“. Occorrono più certezza e regole chiare.

Ma in questo marasma generale, emerge Roma e il Lazio, dove i saldi faranno rima con eco-shopper. L’assessore regionale alle Attività produttive Pietro Di Paolo ha assicurato infatti che l’arrivo degli sconti invernali sarà accompagnato dall’iniziativa “Saldi a rifiuti zero“, che prevede l’utilizzo dei soli sacchetti di carta riciclata o di materiale riutilizzabile.

Regole o no, il nostro consiglio è quello di abbandonare il vecchio sacchetto inquinante e utilizzare le sporte, molto più carine e sicuramente più green. Fugato ogni dubbio!

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook