Original Unverpackt: il primo supermercato di Berlino senza imballaggi

unverpackt2

Immaginate un supermercato in cui non esistono vasetti di yogurt, lo shampoo si compra a litri e le verdure non sono vendute in sacchetti di plastica. Qui per acquistare i prodotti bisogna portarsi i contenitori da casa e riutilizzarli, senza che nessun sacchetto o packaging finisca nel cestino.

È il sogno che sta per avverarsi di due giovani berlinesi, Sara Wolf e Milena Glimbovski: apriranno Original Unverpackt, il primo supermercato di Berlino a zero imballaggi. Nel loro negozio si conserva, infatti, tutto in grandi silos e la merce viene venduta solo a peso. Qui gli ospiti possono portare contenitori riutilizzabili da casa o trovarli in negozio, insieme a sacchetti rigorosamente di carta riciclata.

Consentendo ai clienti di acquistare non solo prodotti senza imballaggi inutili, ma anche nella quantità che desiderano, sarà possibile anche lottare contro lo spreco alimentare.Potrete trovare tutto il necessario per vivere . Ogni prodotto è stato accuratamente selezionato e testato da noi“, spiegano le imprenditrici sulla loro pagina di crowdfunding.

Il progetto, infatti, sarà finanziato attraverso una raccolta fondi dal basso, grazie alla piattaforma Startnext. Gli utenti di Internet possono fare una donazione di 8 a 3mila euro per aiutare le ragazze a raggiungere l’obiettivo di 45mila euro. Per ora si cerca anche della sede, ma tutto potrebbe concretizzarsi entro la prossima estate. Sulla pagina Facebook verranno comunicate tutte le novità e gli sviluppi.

unverpackt

Se questo nuovo concetto di spesa amica dell’ambiente è nuovo a Berlino, molti altri esperimenti di negozi a imballaggio zero sono già stati avviati altrove negli ultimi anni. Anche in Italia, dove abbiamo visto nascere bellissime inziative come Negozio Leggero ed Effecorta.

Roberta Ragni

Leggi anche:

10 negozi e supermercati che tutti vorremmo avere sotto casa

Negozio Leggero: la spesa che non pesa

Effecorta: nasce il primo negozio alla spina in provincia di Lucca

Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Caffé Vergnano

Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

Coop

Fuori la plastica dai sacchetti del pane!

tuvali
seguici su Facebook