fattoriaAumenta il fatturato 2008 degli acquisti effettuati direttamente presso le aziende agricole, i cosiddetti acquisti a km. zero, che raggiunge i 2,7 miliardi di euro con un +8% rispetto al 2007. Questo è quanto emerso nell'indagine svolta da DNV (Det Norske Veritas) sui consumi alimentari italiani e commentata da Coldiretti.


La tendenza dello spostamento verso il km zero è chiara anche se ancora embrionale. Se è vero che ad un pasto occorrono 1.900 Km. per arrivare sulla nostra tavola, consumando più energia di quanta ce ne fornisce, è evidente che qualcosa di più può e deve essere fatto. A titolo esemplificativo, è stato calcolato che un chilo di prugne dal Cile, vola per 12.000 Km. con un consumo di 7,1 Kg di petrolio e libera 22 Kg. di CO2.
Dall'analisi DNV emerge che i 2,7 miliardi di consumi alimentari a km. zero vanno per il 43% al vino in cantina, 23% all'ortofrutta, 12% ai formaggi, 7% alle carni e salumi, 6% all'olio, 5% alle piante. Un altro dato molto importante è che il mercato in questione potrebbe essere più ampio se il consumatore fosse ben informato ed indirizzato. E Coldiretti si è impegnata nel combattere la moltiplicazione dei prezzi dal campo alle tavole, a garantire la sicurezza e smascherare il finto Made in Italy.

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog