Detersivi alla spina: l’Olanda segue l’esempio dell’Italia

ecoriciclo_detersivi_1

Finalmente l’Italia – e in particolare il Lazio - dà il buon esempio e fa da apripista anche all'estero. Si tratta della “buona pratica” di utilizzare i detersivi alla spina : un’abitudine che permette di tagliare i costi, ridurre la produzione di plastica e salvaguardare così l’ambiente.

La cosa piace molto in Italia, come dimostra il boom registrato nell'ultimo anno per questi prodotti, ma anche nel resto d’Europa, tanto che un’intera provincia olandese – quella del Flevoland - ha deciso di seguire la stessa strada e adottare i detersivi alla spina nei punti vendita.

Nella giornata di ieri infatti, nella sede della Regione Lazio è stato presentato il bilancio dell'iniziativa «Soap on tap» (detersivo alla spina) che in due anni ha portato a 44 il numero di negozi che vendono prodotti alla spina e siglata la partnership tra la Regione e la provincia olandese del Flevoland, iniziativa che rientra nel più ampio progetto europeo «More4energy» il quale prevede lo scambio tra paesi delle misure concrete per un reale miglioramento degli standard ambientali del territorio.

"I motivi più appetibili che il Flevoland ha reputato tali per sposare il progetto del Lazio sui detersivi alla spina riguardano l’aspetto costi, risparmi, benefici che si raggiunge con una metodologia così funzionale dal punto di vista attuativo che diventa facile realizzarlo e ottenerne i risultati migliori. Insomma è una concreta buona pratica". Lo ha detto Anne Bliek, l’Assessore all'Ambiente della Provincia olandese di Flevoland, presente alla conferenza stampa sul progetto dei detersivi alla spina, organizzata ieri dall'Assessorato all'Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione Lazio.

L’Olanda quindi seguirà le orme della Regione Lazio per quanto riguarda idee, iniziative e programmazione.

E come ogni best practice – ha continuato Anne Bliek - è da prendere ad esempio, perché facile da implementare e contemporaneamente è facilmente gestibile inoltre, la reputiamo comodamente utilizzabile dai cittadini visto che nel Lazio i risultati sono già misurabili. Tuttavia, la collaborazione con la Regione Lazio prosegue su altri fronti grazie all'intesa progettuale europea di More4energy. I risultati più importanti sono quelli relativi al peer review: per esempio il miglioramento della strategia energetica bulgara sviluppata in Maramures. Oltre a questo siamo orgogliosi dei risultati della ricerca effettuata dagli studenti di Windesheim su come potenziare gli investimenti nelle fonti energetiche rinnovabili".

"In definitiva l’intero progetto comunitario denominato “Regionns4greegowth” è il logico seguito – ha concluso la Bliek - perché ora è il momento di stimolare gli investimenti in fonti energetiche rinnovabili secondo i dettati dell’Unione Europea (Europa 2020). Quindi, dovremo dimostrare al mondo che possiamo realmente sostenere gli investimenti. Ad esempio come dare un seguito alla nostra peer review aiuterà le imprese individuali (imprese pilota)".

Soddisfatto, naturalmente, Marco Mattei, Assessore all'Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione Lazio: "La giornata odierna segna l’inizio di un’importante collaborazione tra la nostra Regione, il Lazio, e la Provincia di Flevoland, per portare avanti il progetto sul risparmio energetico peraltro riferito a un progetto europeo di più ampio respiro denominato More4energy volto anche alla riduzione degli imballi dei detersivi. Siamo partiti con il progetto denominato “Soap on Tap” ovverosia “Detersivi alla spina” che per noi è stato già ampiamente sperimentato in 44 punti vendita del Lazio di cui 12 solo nella Capitale e proseguirà fino al 2011. L’obiettivo è quello di raggiungere una quota di oltre 100 erogatori in tutta la Regione fino a coprirla capillarmente con un’operazione di diffusione totale".

Verdiana Amorosi

Leggi tutti i nostri articoli sui detersivi alla spina

Trova tutti i 44 punti vendita del Lazio