Eco-spesa

etichette-semaforo

Etichette a semaforo: tutelano davvero i consumatori?

Un semaforo per dire se un alimento è “buono” o meno. E il tutto scritto sulla confezione. Etichette semplificate per un messaggio semplificato che arrivi dritto al consumatore. Il sistema di etichettatura a colori, già in uso in Gran Bretagna, è stato rimodulato in Francia, che ha depositato a Bruxelles il decreto che introduce il sistema di etichettatura nutrizionale volontario Nutri-score, basato su cinque colori e 5 lettere (invece dei classici tre colori del semaforo, metodo adottato in UK), che vanno dal rosso al verde, dal più "cattivo" al più "buono".

  • Scritto da Roberta De Carolis

Frutta e verdura battono la carne sulle nostre tavole

Sempre più frutta e verdura sulle tavole degli italiani! E meno carne... I consumi hanno raggiunto nel 2016 circa 320 chili a testa, ben 3 chili in piu’ rispetto all’anno precedente.

  • Scritto da Roberta Ragni
shopping_sfrenato

No al Black Friday e al consumismo: oggi è il Buy Nothing Day

Quando è stata l’ultima volta che siete usciti di casa e per un giorno intero, non avete acquistato nulla? L’occasione giusta potrebbe essere oggi che si celebra il 'Buy Nothing Day', ovvero una protesta contro il consumismo sfrenato, che ci spinge a comprare cose di cui non abbiamo bisogno.

  • Scritto da Dominella Trunfio
the_real_junk_food_02.jpg

Il supermercato con cibo destinato alla spazzatura dove paghi col volontariato

Ogni anno, oltre un miliardo di tonnellate di cibo finisce nella spazzatura senza essere consumato, mentre quasi 800 milioni di persone si trovano a dover fare i conti con la difficoltà o addirittura l'impossibilità di consumare almeno un pasto dignitoso al giorno. Una situazione che è paradossale ed ingiusta e che ha ispirato progetti e iniziative su come arginare gli sprechi, venendo incontro alle esigenze di chi è in difficoltà. Come nel caso di questo particolarissimo supermercato appena inaugurato in Inghilerra.

  • Scritto da Lisa V.