Detergenti bagno e anti-calcare: le marche più e meno efficaci in un test tedesco

detergenti-bagno-

Un nuovo test, che ha confrontato diversi prodotti detergenti per il bagno, ci svela quali sono i più efficaci, considerando anche il rapporto qualità prezzo.

A compiere l’indagine sui detergenti per il bagno è stata la rivista svizzera K-Tipp che in questo caso ha voluto capire se gli spray in commercio, compresi quelli a basso costo, sono davvero in grado di sciogliere lo sporco, il calcare e i residui di sapone senza rovinare le superfici su cui vengono utilizzati.

Per fare questo, il laboratorio ha analizzato 12 differenti prodotti di marche note ma anche detergenti venduti nei discount.

Questi i marchi (alcuni venduti anche in Italia):

  • Tandil (Aldi)
  • Denner
  • M-Plus
  • M-Classic
  • W5 Propre (Lidl)
  • Suisse
  • Oecoplan
  • Qualité & Prix
  • Potz
  • Frosch
  • Cif Bath & Shower
  • Sipuro

I risultati del test

Gli esperti hanno esaminato il modo in cui i detergenti rimuovono sporcizia e depositi di calcare, se attaccano le superfici, se è facile dosarli correttamente, spruzzandoli e risciacquandoli.

A sorpresa, per la pulizia del bagno, il prodotto più efficace è risultato quello a marchio Tandil di Aldi, l’unico ad essere valutato “molto buono”. E’ riuscito infatti a rimuovere lo sporco quasi completamente dopo solo due minuti e mezzo di azione (ha tolto il 90% dello sporco). Si tratta tra l’altro di uno degli spray più economici presi ad esame dal test.

Subito dopo si sono posizionati il detergente per il bagno di Denner e quello M-Plus di Migros, che hanno ottenuto punteggi buoni.
Non ha avuto invece un giudizio sufficiente il prodotto a marchio Cif che, per far ottenere lo stesso risultato di quello di Aldi, richiedeva ben 15 minuti. Unilever, che produce questo spray, si è difesa dichiarando che lo specifico prodotto testato è un detergente delicato per la pulizia quotidiana. In caso di sporco pesante, si dovrebbe ripetere l’applicazione oppure scegliere un detergente più forte che esiste ed è prodotto dallo stesso marchio.

Per quanto riguarda il calcare, un ottimo lavoro compie il detergente venduto da Lidl ma anche il Sipuro e lo stesso Tandil di Aldi.

Gli esperti hanno poi verificato se i prodotti potessero in qualche modo danneggiare le superfici. Per fare ciò, hanno applicato i detergenti su vari materiali e li hanno lasciati agire per 24 ore. In alcuni casi, sono state registrate macchie opache o ombre leggere, soprattutto su plastica e plexiglass. Questo può comunque essere prevenuto risciacquando a fondo i prodotti dopo un breve tempo di deposito.

Non tutti i detergenti, infine, sono risultati facili da dosare, caratteristica che è invece importante dato che un buon detergente per il bagno dovrebbe essere usato con parsimonia e in modo uniforme. I migliori in questo senso sono risultati i detergenti Tandil e Denner.

Nelle immagini seguenti trovate la classifica dei prodotti analizzati dal migliore al peggiore:

detergenti bagno
detergenti bagno2

Quando possibile scegliamo soluzioni naturali

Nonostante alcuni prodotti per la detergenza del bagno funzionano bene e sono economici, vi consigliamo di utilizzarli con molta parsimonia e solo quando davvero necessario. Sono infatti particolarmente inquinanti.

Per la pulizia quotidiana del bagno possiamo scegliere soluzioni più naturali come quelle da realizzare fai da te con acqua, acido citrico, limone e altri ingredienti naturali.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

corsi pagamento

seguici su facebook