Smacchiatori a confronto: nessuno funziona su tutti i tipi di macchie. I più economici risultati i più efficaci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo test condotto dalla rivista K-Tipp ha preso in esame e confrontato gli smacchiatori più noti e utilizzati. Il risultato ha evidenziato come nessun rimedio sia in realtà efficace contro tutte le tipologie di macchie.

Spesso capita di trovarsi alle prese con delle macchie difficili da eliminare sui propri vestiti o su quelli dei bambini. Può essere salsa di pomodoro, rossetto, vino, tracce di olio o altre sostanze grasse, ecc. In questi casi, si ricorre all’uso di smacchiatori.

Questi prodotti spesso promettono dei veri e propri “miracoli” tanto che sulle confezioni possiamo leggere “rimuove anche le macchie più ostinate” o slogan simili. In realtà, come dimostra il test di K-Tipp, questo non è sempre, anzi quasi mai, vero.

Gli esperti della rivista hanno preso a campione 12 diversi smacchiatori di marche note (alcune delle quali vendute anche in Italia), 6 in spray e 6 in polvere.

Si tratta dei seguenti prodotti:

  • Tandil (Aldi)
  • W5 (Lidl)
  • Vanish
  • Total Dr. Beckmann
  • Pre Wash
  • Maxil
  • Total Propre
  • Suisse
  • Enka
  • Denner
  • Vanish
  • Persil

Per capire la loro reale efficacia, gli esperti della rivista hanno trattato diverse macchie presenti sui vestiti prima senza smacchiatore (semplicemente utilizzando un detergente, nello specifico Persil Universal in polvere) e poi utilizzando uno per volta i diversi prodotti sopraelencati. Il test è stato ripetuto 3 volte.

L’efficacia è stata testata sia su cotone che su tessuti in poliestere. Per quanto riguarda le macchie, poi, la casistica era abbastanza ampia:da quelle di tè, vino, mirtilli o mele, a macchie di cacao, spinaci, erba, sangue, olio, terra e trucco.

Gli esperti hanno valutato anche se, in seguito al trattamento contro le macchie, i colori dei tessuti erano cambiati.

I risultati

Dai risultati del test si evince, in generale, che gli smacchiatori in spray sono una scelta migliore rispetto a quelli in polvere, anche per quanto riguarda la conservazione dei colori del tessuto (soprattutto se si tratta del nero).

Alla fine, comunque, nessun prodotto si è rivelato in grado di rimuovere tutte le differenti macchie sui vestiti.  Ci sono però dei vincitori.

Dei 12 smacchiatori presi a campione, solo 3 hanno funzionato bene, tutti gli altri hanno funzionato altrettanto bene o addirittura meno del solo detergente Persil.

smacchiatore-test

Foto © K-Tipp

I migliori del test, che hanno ottenuto il punteggio di “buono”, sono risultati i seguenti spray:

  • Tandil di Aldi
  • W5 di Lidl
  • Vanish

Tra l’altro quelli venduti da Aldi e da Lidl sono anche le soluzioni più economiche del test. Si conferma quindi che qualità non significa necessariamente prezzo maggiore.

smacchiatore-test2

Foto © K-Tipp

 

Tutti gli altri prodotti hanno strappato comunque una sufficienza. In fondo alla classifica, ma con scarto minimo rispetto agli altri, troviamo gli smacchiatori Enka, Denner  e Vanish Gold Oxi Action, tutte versioni in polvere.

Visti i risultati, forse vale la pena rispolverare i vecchi trucchi della nonna per rimuovere le varie tipologie di macchie

Fonte di riferimento: K-Tipp

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook