©greenMe

Sapone molle all’olio di cocco: differenze con il sapone di marsiglia e come usarlo in casa e in giardino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Che cos’è il sapone molle potassico all’olio di cocco? Il più famoso è Alga, ma quali sono le differenze con un normale sapone? E’ davvero tutto naturale? E funziona? Visto il costo contenuto e l’INCI vale la pena provare!

Ognuno di noi gioca un ruolo attivo nella tutela dell’ambiente e molte delle azioni che possiamo compiere in questa direzione partono da casa, come ad esempio scegliere per il bucato e le pulizie domestiche un detergente ecologico. Il sapone molle all’olio di cocco è un’opzione molto valida che negli ultimi anni sta riscuotendo molto successo sia per il suo basso impatto ambientale e la sua efficacia, che per il prezzo decisamente accessibile. (LEGGI anche: Come leggere l’etichetta dei detersivi). Il primo e più famoso, che sta facendo impazzire tutti è il Sapone Alga.

Di seguito vi spieghiamo cos’è e come potete usarlo!

Cos’è il sapone molle potassico ?

Alga è un sapone molle potassico utilizzabile sia per il bucato a mano che in lavatrice, ma il suo uso può estendersi anche alla pulizia della casa e alla cura delle piante. A differenza di altri detersivi per il bucato, in cui non troverete la lista completa degli ingredienti utilizzati per la loro formulazione (tranne pochissime eccezioni), questo sapone ha un INCI, ovvero indica tutte e tre le sostanze biodegradabili che formano il prodotto: acqua, olio di cocco e glicerina.

Nel momento della scelta del prodotto più adatto per le nostre case – tra i diversi fattori – sarebbe importante considerare anche i processi di produzione e i rifiuti che vengono successivamente generati. Rispetto ad altri prodotti per l’igiene e la pulizia che contengono alcuni ingredienti chimici incorporati nella loro composizione dannosi, non solo per gli ecosistemi, ma anche per la nostra salute, questa è una scelta amica dell’ambiente 100% biodegradabile.

Differenza tra sapone di Marsiglia e sapone molle all’olio di cocco

Anche il sapone di Marsiglia è un buon alleato per la pulizia della casa e l’igiene personale, però c’è una differenza tra questi due tipi di saponi: mentre quello di Marsiglia è duro per via della la soda caustica, questo sapone invece rimane molle perché usa l’idrossido di potassio. (LEGGI anche: Come scegliere e riconoscere il vero sapone di Marsiglia (e dove trovarlo)).

Come utilizzare il sapone molle all’olio di cocco?

Semplice, ecologico ed economico, se ancora non avete mai provato questo sapone potassico molle, allora vi spieghiamo come fare. Dopo averlo usato siamo sicuri che vi piacerà e rimarrete soddisfatti, non solo dei risultati della pulizia, ma anche di aver fatto una scelta più consapevole.

Attenzione! Dovete sempre seguire le indicazioni e assicurarvi di poterlo usare sulle superfici delle vostre case.

Per Lavare il bucato 

Per il lavaggio in lavatrice prendere un terzo di un panetto di sapone, strofinarlo direttamente sulle macchie da rimuovere, e inserire il resto del prodotto nel cestello, dopodiché proseguire il lavaggio come di consueto.

Per il lavaggio a mano invece prendere solo un quinto di prodotto e strofinarlo sui capi da pulire, lavarli normalmente e poi sciacquare.

©greenMe

Per comodità è possibile anche suddividerlo in monodosi: la sua consistenza morbida permette, infatti, di maneggiarlo come se fosse pongo per creare, ad esempio, palline già pronte da utilizzare all’occorrenza.

Per fare il detersivo liquido 

Nel caso preferiate preparare prima il vostro detersivo liquido, senza il bisogno di dovere tagliare il sapone ogni volta che vi serve, potreste realizzarlo seguendo queste semplici istruzioni:

Ingredienti:

  • 2 panetti di sapone Alga (1 kg di sapone)
  • 400 ml di acqua

Procedimento:

  1. Tagliate a pezzetti il sapone.
  2. In una pentola collocate l’acqua con tutti i pezzetti di sapone e portate a ebollizione a fuoco medio.
  3. Appena raggiunge l’ebollizione spegnete il fuoco, coprite la pentola e aspettate che si raffreddi. Il sapone dovrebbe essersi sciolto completamente.
  4. Trasferite il detersivo in una bottiglia riciclata.
  5. Detersivo pronto!

OPZIONALE: al prodotto finito potreste aggiungere tra le 20 e le 25 gocce di un olio essenziale a vostro piacimento.

Se utilizzate il detersivo liquido al sapone molle in lavatrice, per favorirne l’azione sbiancante e smacchiante, riempite un misurino aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato e uno di soda da bucato.

Usi:

  • In lavatrice | Utilizzate una pallina con 180 ml di detersivo da mettere direttamente nel cestello della lavatrice insieme al bucato. Inoltre, vi consigliamo di aggiungere 1 cucchiaio di percarbonato.
  • Bucato a mano | Potete mettere un tappo dosatore in una bacinella da circa 15 litri

Per lavare i pavimenti

Potete testare il sapone Alga anche come detergente per pavimenti e per le superfici lavabili della casa. Una semplicissima soluzione con acqua potrebbe diventare la vostra routine anche per cucina e piastrelle. Se usato con le quantità giuste (non esagerare mai) non lascia aloni, è efficace e soprattutto naturale. Si può utilizzare perfino per i pavimenti in marmo.

Come usarlo:

  1. Diluite 1 o 2 tappi di detersivo liquido realizzato con il sapone Alga (come precedentemente indicato) in un secchio d’acqua.
  2. Pulite il vostro pavimento utilizzando questa miscela d’acqua.
  3. Sciacquate il pavimento con acqua e aspettate che si asciughi.
  4. Pavimenti puliti!

Spray multiuso ecologico fai da te

Potreste realizzare anche un detersivo multiuso utilizzando il sapone Alga. (LEGGI anche: Conserva le bucce di arance e limoni per creare questo spray detergente fai da te).

Ecco il procedimento passo a passo:

Ingredienti:

  • Un panetto di sapone Alga (400 gr.)
  • Mezzo litro d’acqua
  • Olio essenziale (a scelta tra tea tree oil, limone, eucalipto e lavanda)
  • Un flacone spray

Procedimento:

  1. Tagliate a pezzetti il sapone.
  2. In una pentola versate l’acqua e tutti i pezzetti di sapone.
  3. Portate a ebollizione a fuoco medio.
  4. Appena raggiunge l’ebollizione spegnete il fuoco, coprite la pentola e aspettate che si raffreddi. Il sapone dovrebbe essersi sciolto completamente.
  5. Una volta raffreddato, trasferite il detersivo in un flacone spray da 1 litro.
  6. Aggiungete 18-20 gocce di olio essenziale di vostro gradimento, mescolate e chiudete.
  7. Detersivo spray fai da te pronto per l’uso!

Usi: Grazie alla sua delicatezza, con questo detersivo spray multiuso ecologico ed economico possiamo pulire diverse superfici lavabili della casa senza rischiare di rovinarle, come la cucina, i lavelli, le porte in legno, le persiane, sgrassare piatti e pentole, pulire le piastrelle del bagno o pretrattare la biancheria.

Alleato per la cura delle nostre piante

Vi avevamo già spiegato che Alga è un sapone molle potassico. Questi tipi di saponi sono noti anche per il loro uso in agricoltura per via del fatto che sono dei perfetti alleati per contrastare i parassiti che infestano le nostre piante e frutteti. Senza dubbio, rispetto ad altri insetticidi e pesticidi tossici per l’essere umano e l’ambiente, questo rimedio è naturale, ecologico, biodegradabile e di facile uso.

Grazie alle sue proprietà detergenti e insetticida, possiamo usarlo contro la fumaggine e contro i parassiti come acari, afidi, alcuni tipi di cocciniglie e altri piccoli insetti in grado di succhiare la linfa della pianta.

Ingredienti:

  • 12 gr. di sapone Alga
  • 1 litro d’acqua
  • Un flacone spray

Procedimento:

  1. Sciogliere completamente il sapone nell’acqua e versate il composto nel flacone spray.
  2. Rimedio pronto per essere usato sulle nostre piante!

Come applicarlo:

  • Applicate il prodotto la mattina presto o la sera, evitando le alte temperature o le ore in cui ci sono gli animali impollinatori.
  • Per ottenere una maggiore efficacia, dovete spruzzare la miscela su tutte le parti delle foglie da trattare.
  • Nel caso dopo le prime 24 ore ci fossero ancora parassiti, potete ripetere l’applicazione al massimo per altri 3 giorni ogni 24 ore, non di più perché la pianta potrebbe stressarsi e danneggiarsi.

Alcune considerazioni:

  • Anche se biodegradabile, non tutte le piante tollerano il sapone molle potassico. Per qualsiasi dubbio, consultate sempre il vostro vivaista di fiducia prima di iniziare un trattamento con questo prodotto. Alcune esempi di piante che non lo tollerano sono: le gardenie, le azalee, il ciliegio, il prugno e i cetrioli.
  • Un piccolo trucco per capire se la nostra pianta tollera questo tipo di trattamento è fare prima una piccola prova su una singola foglia. Se dopo un paio di giorno la foglia o la parte trattata non presenta macchie oppure i bordi delle foglie non si arricciano, significa che la nostra pianta ha alte probabilità di essere adeguata alla cura con il sapone molle potassico.
  • A differenza del sapone di Marsiglia, questo è più tollerato dalle piante per via del potassio.
  • Sebbene si tratti di un prodotto atossico per gli esseri umani, questo rimedio può risultare tossico per le api o per altri animali impollinatori. Per questo motivo, vi consigliamo fortemente di evitarne l’uso durante il periodo di fioritura.
  • Meglio non usare il sapone molle di potassio su piante che sono sottoposte a stress, malate o che hanno appena subito un travaso o trapianto.

Dove acquistare il sapone Alga

Questo panetto giallo di sapone all’olio di cocco ha un prezzo molto contenuto (circa 1 € per 400 grammi) e viene venduto in diversi negozi per la cura personale e la pulizia della casa o in alcuni supermercati. Nel territorio nazionale è possibile trovarlo nei negozi Ipercoop, Tigotà, in alcuni negozi Acqua e Sapone (Abruzzo, Sardegna e centro e nord d’Italia), al Conad (Emilia-Romagna e Friuli) e nei supermercati Tosano, Martinelli, InGrande e Bennet.

Per fortuna sia i consumatori che le aziende sono sempre più consapevoli della necessità di prendersi cura del pianeta prendendosi cura di loro stessi. L’offerta di prodotti sostenibili, ecologici e naturali è in aumento, quindi è tempo di fare un ulteriore passo in avanti nel nostro impegno modificando alcuni gesti e scegliendo dei prodotti della nostra routine quotidiana, come ad esempio quelli per la pulizia, più responsabili ed ecologici.

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
eBay

Come trasformare il tuo terrazzo o balcone in una piccola oasi con le fioriere giuste

Deceuninck

Mare, montagna o città? Come scegliere le finestre più adatte al luogo in cui vivi

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook