@123rf/andreypopov

Come rimuovere le macchie e l’odore sotto le ascelle dai vestiti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le macchie di sudore sotto le ascelle sono fastidiose e imbarazzanti, al pari dei cattivi odori. Con alcune semplici accortezze è possibile prevenirle, spesso infatti sono il frutto di un lavaggio non corretto.

Le macchie di ascella sui vestiti sono causate dalla reazione che coinvolge ingredienti antitraspiranti e il sudore. La maggior parte degli antitraspiranti contiene composti di alluminio per ridurre l’umidità. È proprio l’alluminio che causa l’accumulo e l’ingiallimento delle camicie e delle magliette bianche.

Prevenire le macchie

Esistono due modi per prevenire le macchie dell’ascella sulle camicie ed entrambi hanno a che fare con il modo in cui usiamo il deodorante. Il prima è semplice e ovvio: usare un deodorante privo di alluminio può essere d’aiuto. Inoltre, dopo aver applicato qualsiasi tipo di deodorante o antitraspirante, è utile lasciarlo asciugare prima di vestirsi in modo da evitare lo sfregamento sui tessuti. 

Ridurre gli odori

Se anche dopo aver lavato maglie e camicie, sentiamo un cattivo odore, dobbiamo ricorrere a un prezioso allegato: il bicarbonato di sodio. Quest’ultimo aumenta il potere sbiancante del detersivo e nel frattempo aiuta a regolare il livello di pH nell’acqua della lavatrice. Basta aggiungerne mezza tazza a ogni bucato, per ottenere anche un’efficace azione antibatterica.

Se gli odori di sudore sono troppo pesanti e non vanno via, si può utilizzare il bicarbonato di sodio per pretrattare. Basta sciogliere una tazza di bicarbonato di sodio in un po’ d’acqua tiepida. Riempire una bacinella d’acqua fresca e e aggiungere il bicarbonato di sodio disciolto. Immergere i vestiti che presentano i cattivi odori e lasciarli in ammollo tutta la notte, poi procedere al normale lavaggio.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Leggi qui i nostri articoli sul bicarbonato di sodio

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär, alla scoperta di un mondo fatto di cereali e qualità

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook