Pads4Girls: distribuire assorbenti lavabili alle ragazze del Terzo Mondo per arginare l’assenteismo scolastico

Proseguirà anche nel corso del 2012 la campagna Pads4Girls di Lunapads, allo scopo di fornire a donne e ragazze delle zone più disagiate dei Paesi in via di sviluppo assorbenti lavabili e biancheria adatta ad essere utilizzata durante il ciclo mestruale. In mancanza degli strumenti per una protezione mestruale adeguata, numerose donne e ragazze sono tuttora costrette ad assentarsi da scuola o dal lavoro per circa dodici settimane all’anno.

Lunapads, azienda produttrice di coppette mestruali ed assorbenti lavabili e riutilizzabili, da impiegare in sostituzione dei comuni prodotti usa-e-getta e non riciclabili, si impegna dal 2000 nella diffusione di un nuovo approccio ‒ basato sulla riduzione dei rifiuti prodotti e rivolto alle donne di tutto il mondo ‒ che ognuna di noi dovrebbe provare a mettere in campo durante i giorni meno amati del mese, in modo da poterli affrontare con una nuova consapevolezza, oltre che ‒ provare per credere ‒ con minori disagi, in particolare nel caso si decida di optare per uno strumento davvero rivoluzionario come la coppetta mestruale.

Fino a questo momento, Lunapads, che ha sede a Vancouver, in Canada, è riuscita a distribuire centinaia di assorbenti lavabili ad oltre 2000 ragazze di 15 nazioni differenti e si propone, nel corso del prossimo anno, di riuscire ad ottenere finanziamenti per il progetto a partire dal ricavato delle vendite dei propri prodotti.

kit_assorbenti_lavabili

In Italia gli assorbenti lavabili Lunapads sono distribuiti da La Bottega della Luna. Sono realizzati in cotone biologico ed in flanella di cotone e sono dotati di uno strato di nylon interno studiato per evitare lo sgocciolamento. Possono essere lavati non solo in lavatrice, ma anche a mano in acqua fredda, e sono dotati di strisce assorbenti anch’esse lavabili e sostituibili con la stessa frequenza di un normale assorbente.

kit_assorbenti_lavabili4

Lunapads ha dato inizio alla propria campagna dopo essere stata contattata dall’attivista per i diritti umani Isabella Wright, la quale ha posto all’azienda il problema dell’elevato tasso di assenteismo scolastico e lavorativo da parte di numerose ragazze africane e sudamericane durante il periodo mestruale. Ciò avrebbe potuto causare per molte di loro la perdita del lavoro oltre che contribuire ad una pericolosa discontinuità sul fronte dell’istruzione.

Persino Procter & Gamble, nel 2007, aveva lanciato una campagna di sensibilizzazione al problema, denominata “Protecting Futures”. Fortunatamente, ci si rese conto che fornire a donne e ragazze degli assorbenti usa-e-getta non sarebbe stata una soluzione ottimale, data l’assenza di possibilità di raccolta e smaltimento dei rifiuti, nonché di discariche o inceneritori, presso le comunità maggiormente interessate dal problema. La campagna di Procter & Gamble diede comunque frutti positivi, spingendo le donne più sensibili a sostenere il progetto di distribuzione di assorbenti lavabili “Pads4Girls”.

Grazie alle donazioni, Pads4Girls distribuisce dei veri e propri kit comprensivi di assorbenti e biancheria intima, destinati alle donne ed alle ragazze più bisognose. La raccolta fondi avviene inoltre attraverso la vendita di una guida informativa sul ciclo mestruale e sulle possibili alternative ai prodotti usa-e-getta, rivolta in particolar modo alle adolescenti. Il ricavato delle donazioni ed i materiali destinati ad essere distribuiti giungono a destinazione tramite numerose associazioni attive, tra l’altro, in Kenia, ad Haiti, in Sudan, nello Zimbabwe e nella Repubblica Dominicana.

Marta Albè

Leggi anche le alternative all’uso di tamponi e assorbenti igienici

Leggi anche Le coppette mestruali Mooncup: la prova prodotto

Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook