@Gabi Moisa/Shutterstock

Lavare i piatti: la lavastoviglie è più ecologica del lavaggio a mano solo se NON fate questo errore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E’ più ecologico usare la lavastoviglie o lavare i piatti a mano? Di sicuro se usate la prima evitate di fare il prelavaggio a mano

Siete abituati a lavare i piatti a mano prima di metterli in lavastoviglie? Purtroppo si tratta di un grande spreco di acqua e di energia, dato che, se vogliamo utilizzare la lavastoviglie, dovremmo fare in modo che sia l’elettrodomestico a svolgere l’intero compito della pulizia dei piatti.

Lavare i piatti a mano prima di infilarli in lavastoviglie non vi sembra un controsenso? Molte persone quando risciacquano i piatti a mano usano acqua fredda o tiepida (sprecandone parecchia), a temperature basse che non permettono l’eliminazione dei batteri.

Chi usa il detersivo in questa fase farebbe bene a completare direttamente il lavaggio a mano dei piatti e chi non lo utilizza ma li risciacqua soltanto starebbe solo sprecando acqua. Secondo Consumer Reports lavare i piatti a mano prima di caricarli in lavastoviglie è dannoso per l’ambiente perché è uno spreco di risorse idriche.

Inoltre, da parte di chi lo fa, si tratta di un doppio lavoro inutile. Se pensate che non riuscirete ad ottenere una pulizia completa in lavastoviglie per quanto riguarda alcuni strumenti da cucina – come teglie molto sporche – piuttosto lasciatele in ammollo per un po’ così potrete completare facilmente il lavaggio a mano. Anche perché il pre-risciacquo non è più necessario con le moderne lavastoviglie dotate ormai tutte di sensori che regolano il ciclo di lavaggio in base a quanto sono sporchi i piatti.

È più ecologico lavare a mano o usare la lavastoviglie?

Da tempo è aperto il dibattito su quale tipo di lavaggio sia più economico ed ecologico per i piatti, con i classici schieramenti di chi preferisce lavare i piatti a mano e di chi invece non vorrebbe mai fare a meno della lavastoviglie. Per alcuni sono visti come un oggetto di lusso, non necessario o un no-no ambientale. Ma è davvero più ecologico usare la lavastoviglie che lavare a mano?

Molto dipende dalla quantità dei piatti da lavare, dal tipo di detersivo utilizzato, dal fatto che la lavastoviglie abbia dei programmi ‘eco’ e nello stesso tempo efficaci e dall’intelligenza con cui si procede per il lavaggio dei piatti a mano. (Leggi anche: 5 Detersivi fai-da-te per la lavastoviglie )

In termini di acqua, le lavastoviglie sono ora molto più efficienti e, quando vengono utilizzate per lavare a pieno carico un ciclo di 12 coperti, usa tre o quattro volte meno acqua rispetto al lavaggio a mano della stessa quantità. Uno studio del 2007 dell’Università di Bonn, in Germania, ha rilevato che le lavastoviglie utilizzano almeno l’80% di acqua in meno rispetto al lavaggio a mano. Risultati confermati anche in uno studio statunitense in cui è stato calcolato che per lavare a mano la stessa quantità di stoviglie a pieno carico , servirebbero 170,5 litri di acqua.

In termini di consumo energetico, vincere la discussione sull’efficienza energetica delle lavastoviglie non è così facile, visto che nella maggior parte delle nostre case si utilizza il gas per riscaldare l’acqua, che è più efficiente e produce meno CO 2. Tuttavia, se si dispone di pannelli solari fotovoltaico e si utilizza la lavastoviglie durante il giorno, è un’opzione più ecologica. Lo stesso studio americano di cui sopra, mostra che le lavastoviglie usano un po’ più di energia per pulire i tuoi piatti rispetto a quando li lavi a mano. Lo studio, però, risale al 2013 e gli elettrodomestici nel frattempo sono diventati molto più efficienti .

C’è poi il discorso dell’ igiene: anche la più diligente spugna o detersivo lavapentole a mano, non possono competere con il programma della lavastoviglie a 60-65 ° C nel respinge i batteri.

Anche se il dibattito su quale metodo sia più amico dell’ambiente è ancora aperto, una cosa è certa: sia l’acqua che l’energia eventualmente risparmiate con l’utilizzo della lavastoviglie verrebbero completamente vanificate e se si effettuasse il prelavaggio a mano.

Lavare i piatti a mano

immagine

Per sprecare meno acqua quando si lavano i piatti a mano il consiglio è di lasciarli tutti in ammollo in acqua calda e detersivo – se non nel lavello, anche a parte in un catino – di passarli con una spugna e di fare scorrere l’acqua nel lavello solo quando è il momento di risciacquarli. In ogni caso, non andrebbero sciacquati mai sotto acqua corrente.

Lavare i piatti in lavastoviglie

Per chi usa la lavastoviglie, il suggerimento è di scegliere un ciclo di lavaggio ecologico o comunque un ciclo che sia efficace in cui le stoviglie siano ben pulite senza la necessita di lavarle o risciacquarle a mano in precedenza. Se a tavola usate dei tovaglioli di carta, potrete riciclarli per una rimuovere rapidamente i residui dai piatti e dalle pentole prima di caricare la lavastoviglie. I residui di cibo più consistenti vanno gettati nel bidone dell’organico.

Caricare correttamente la lavastoviglie

Anche il modo in cui carichiamo la nostra lavastoviglie influisce sul risultato finale e farlo bene aiuta i tuoi piatti a risultare puliti ogni volta. Tazze, bicchieri e piccole ciotole, ad esempio andrebbero collocate nel cestello superiore evitando di caricarlo troppo: il sovraffollamento aumenta il rischio di rottura e potrebbe ostruire il flusso di acqua e detersivo. La plastica lavabile in lavastoviglie andrebbe anch’essa inserita nel cestello superiore, lontano da qualsiasi elemento riscaldante che potrebbe causare deformazioni.

Piatti, pentole e ciotole di grandi dimensioni vanno nel cestello inferiore. Vassoi, taglieri lavabili in lavastoviglie e altri pezzi di grandi dimensioni andrebbero posizionati sui lati e sul retro in modo da non bloccare gli spruzzi d’acqua. Posizionare gli oggetti come pentole e padelle dove abbiamo cotto il cibo, a faccia in giù e verso il braccio di spruzzatura inferiore.

Per quanto riguarda le posate , forchette e cucchiai devono essere collocati nel cestollo apposito con i manici rivolti verso il basso. I manici dei coltelli vanno collocati, invece, in alto, in modo da riuscire a sollevarli senza dover afferrare la lama affilata.

Infine, fate attenzione a tutti quegli oggetti che sarebbe meglio non lavare in lavastoviglie perché potrebbero rovinarsi: alluminio e l’acciaio inossidabile, di solito, possono essere lavati in lavastoviglie, ma ottone, bronzo, legno e porcellana con foglia d’oro, dovrebbero essere lavati a mano per evitare scolorimento o danni. (Leggi anche: 10 Oggetti che sarebbe meglio non lavare in lavastoviglie )

Come usare la lavastoviglie in modo ecologico

Riassumendo, i consigli ecologici per utilizzare la lavastoviglie nel modo più efficiente:

  • Fai funzionare la lavastoviglie solo a pieno carico;
  • Rimuovi i residui di cibo prima di inserire i piatti, ma non lasciarti tentare di sciacquarli sotto l’acqua corrente.
  • Scegli un’impostazione ecologica o una temperatura inferiore, se disponibile.
  • Se hai pannelli solari, usa la lavastoviglie durante il giorno.
  • Quando si tratta di acquistare una nuova lavastoviglie, cercare il modello più efficiente dal punto di vista energetico disponibile, controllare la classe energetica e le emissioni di CO 2, ma considerate anche la longevità di un elettrodomestico: l’acquisto di un modello economico può sembrare l’opzione migliore, ma se le parti si rompono o devono essere sostituite entro 5 anni, non lo diventa più.

Ancora convinti di lavare i piatti a mano prima di metterli in lavastoviglie?

Sulla lavastoviglie ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile e Co-Founder di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa di diversi settori. Appassionata di tecnologia e ambiente, ha tenuto corsi di scrittura per il web dedicati a giornalisti e studenti.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook