Detersivi liquidi per lavatrice: quelli davvero efficaci sono troppo inquinanti, quelli ecologici poco efficaci sulle macchie. Il test

detersivi-lavatrice

Tutti utilizziamo i detersivi per la lavatrice e, dato che abbiamo a cuore l’ambiente, probabilmente ci orientiamo su soluzioni ecologiche. Ma funzionano davvero bene nel rimuovere le macchie? Dai risultati di un nuovo test sembra che i detersivi più efficaci siano proprio quelli maggiormente inquinanti.

Dopo il test tedesco sui detersivi in polvere per il bucato, anche la rivista Il Salvagente ha voluto analizzare e valutare la composizione e l’efficacia di detersivi per la lavatrice, in questo caso in forma liquida.

Gli esperti hanno testato 12 detersivi liquidi per il bucato, tra i più venduti e commercializzati nei tradizionali supermercati e discount. Tra questi vi sono anche due prodotti ecologici molto utilizzati: le noci lavatutto e il sacchetto di magnesio TerraWash oltre che il detersivo Winni’s che vanta una maggiore attenzione all’ambiente. L’obiettivo era capire se l’efficacia si sposasse anche con l’utilizzo di ingredienti e componenti rispettosi dell’ambiente.

Il problema dell’inquinamento che provocano i detersivi è da prendere seriamente in considerazione e diverse ricerche hanno ormai valutato l’impatto ambientale di queste sostanze che utilizziamo comunemente, evidenziando i danni che creano, sopratutto all’ecosistema marino.

Esistono molte alternative ecologiche ma queste sono davvero efficaci a livello di rimozione delle macchie come i più inquinanti detersivi? A questo quesito voleva sostanzialmente rispondere l’analisi de Il Salvagente che per l’occasione ha affidato il compito al laboratorio di cui si serve l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria per valutare la correttezza degli slogan che si associano ai prodotti per promuoverli.

Tutti i detersivi e le alternative naturali sono stati testati sulle macchie più difficili da togliere come sangue, caffè, erba e altro (23 in totale), effettuando lavaggi in lavatrice a 40 gradi per 4 volte.

I risultati del test

Purtroppo i risultati del test hanno mostrato una discrepanza tra ecologia ed efficacia. Ovvero i detersivi maggiormente inquinanti si sono mostrati anche i più adatti a rimuovere le macchie più difficili, mentre i prodotti naturali sono stati sostanzialmente un “flop” (sulle noci lavatutto avevamo espresso anche noi dei dubbi).

Il risultato in pratica evidenza che sono proprio le sostanze più inquinanti a fare la differenza all’interno di un detersivo per la lavatrice e non è un caso che il prodotto al primo posto per efficacia contenga 21 ingredienti (senza contare acqua e profumi, si tratta del Dixan Classico), piuttosto che 5 come altri prodotti meno smacchianti (Winni’s).

Altri detersivi considerati ottimi o buoni in quanto a prestazioni sono il BioPresto e, a pari merito, Dash Actilift e Lidl Formile Active. All’ultimo posto troviamo invece proprio le due alternative ecologiche per eccellenza: le noci lavatutto e il sacchetto di magnesio.

Ma quali sono gli ingredienti incriminati all’interno della formulazione dei detersivi? Si parla in particolare di tensioattivi anionici e non ionici, enzimi, sbiancanti ottici, candeggina, solventi, conservanti (tra cui fenossietanolo), additivi e profumi.

Sui tensioattivi, sottolinea Il Salvagente, si potrebbe anche chiudere un occhio dato che per legge devono essere biodegradabili per almeno il 90% mentre gli sbiancanti e i conservanti sono dannosi per l’ambiente e possono esserlo anche per la nostra pelle.

In questo caso, poi, non vale neanche il buon consiglio di leggere le etichette in quanto per i detersivi non vige la stessa regola che c’è per i cosmetici. Sui flaconi non troviamo la composizione chimica completa (questa è disponibile solo online, ma chi la va a guardare?).

C’è da dire però che il Salvagente ha valutato nel suo test solo alcune (e tra l’altro le più discusse) alternative ecologiche ai tradizionali detersivi. Manca nell’elenco, ad esempio, qualche marchio di quelli riportati nel nostro articolo 10 detersivi davvero ecologici. 

Il risultato sarebbe stato lo stesso?

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Decathlon

La bici usata? Portala da Decathlon: torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

tuvali
seguici su Facebook