Deodoranti per ambienti: contengono inquinanti e allergeni, l’indagine di Altroconsumo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I deodoranti per ambienti contengono sostanze inquinanti e allergeni. Lo conferma la più recente indagine di Altroconsumo. Esistono numerose alternative naturali ai deodoranti e ai diffusori profumati per la casa che troviamo comunemente in vendita. I classici prodotti non sempre rispettano le promesse degli spot pubblicitari e possono risultare dannosi per la salute e per l’ambiente.

Secondo Altroconsumo, i deodoranti e i diffusori per ambienti peggiorano la qualità dell’aria e possono contenere sostanze nocive. I prodotti sono stati testati all’interno di una camera stagna. Dai risultati è emerso che i deodoranti per ambienti possono contenere sostanze inquinanti e allergeni molto comuni:

1) COV: i Composti organici volatili includono una moltitudine di sostanze, sia naturali sia di sintesi; si propagano facilmente e spesso sono concentrati negli ambienti chiusi. Provocano soprattutto irritazione e allergia, ma alcuni sono considerati anche cancerogeni.

2) PM2,5: le polveri sottili, note per il loro legame con il traffico automobilistico, sono presenti anche in casa se si scelgono deodoranti a combustione (candele e incensi): rappresentano un rischio per polmoni e cuore.

3) Formaldeide e benzene: annoverate tra i cancerogeni, sono emesse in particolare da incensi e oli, ma anche dalle candele.

4) Allergeni: tanti e comunissimi, a rischio i soggetti sensibili.

5) Irritanti: L’acetaldeide è presente negli oli e negli incensi.

Ecco una tabella dei prodotti testati, per quanto riguarda i diffusori:

deodoranti per ambienti altroconsumo

fonte: altroconsumo.it

Altroconsumo richiede alle istituzioni nazionali e europee di avere finalmente una normativa chiara sulle indicazioni riportate in etichetta, in modo da informare in modo esaustivo i consumatori su eventuali effetti allergenici e irritanti e sulle corrette modalità di utilizzo di questi prodotti.
Come sostituire i deodoranti per ambienti? Per assorbire i cattivi odori in frigorifero, in dispensa, in cantina o delle scarpiere, preparate dei bicchierini da riempire di bicarbonato. Per profumare armadi e cassetti, realizzate dei sacchettini con lavanda, stecche di cannella e chiodi di garofano.

Per le stanze della casa, preparate dei pot-pourri con fiori essiccati, vaniglia naturale in polvere e oli essenziali puri (no alle essenze sintetiche). Se volete profumare la casa in modo rapido, scegliete bastoncini d’incenso naturali e bio, completamente sicuri e garantiti come privi di sostanze tossiche. Ma soprattutto, non dimenticate di arieggiare di frequente le stanze della casa.

Scarica Profumo che inquina, l’indagine di Altroconsumo.

Marta Albè

Leggi anche:

10 trucchi e rimedi naturali contro i cattivi odori in casa
Deodorante fai-da-te: la ricette per combattere i cattivi odori in modo naturale
Deodoranti per ambienti: 8 alternative naturali e non tossiche che funzionano davvero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook