Come pulire pettini e spazzole per capelli: trucchi e consigli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pettini e spazzole sporchi e pieni di capelli sono una cosa davvero disgustosa e poco igienica. Ma come fare a prendersi cura al meglio degli strumenti per i capelli che usiamo più volte al giorno? Ecco una piccola guida che spiega come pulire pettini e spazzole di diverse forme e materiali.

Per prima cosa elenchiamo una serie di strumenti di diverso genere che comunemente utilizziamo sui nostri capelli. Molte persone adoperano una o più tra queste soluzioni ogni giorno:

Pettine di plastica

Fortunatamente i pettini di plastica stanno cadendo un po’ in disuso, non solo per fattori ambientali, ma anche perché la maggior parte delle persone si è accorta che utilizzarli frequentemente porta ad avere capelli crespi e secchi a causa del fatto che creano molta elettricità statica (la plastica infatti è buon conduttore).

pettini plastica

Spazzola o pettine in legno

spazzola legno

Spazzole e pettini in legno, delicati e resistenti, sono noti per sistemare e sbrogliare i capelli in modo naturale distribuendo gli oli presenti nei capelli dalle radici alle punte. Stimolano tra l’altro la circolazione sanguigna del cuoio capelluto e la crescita dei capelli. Generano inoltre molto meno elettricità statica rispetto a spazzole e pettini in plastica.

Spazzola per capelli rotonda

spazzola rotonda

Le spazzole per capelli rotonde hanno forma cilindrica e sono dotate di setole tutto intorno. Perfette per lisciare i capelli ma anche per creare ricci e onde, sono disponibili in diverse dimensioni e sono la scelta perfetta per chi ama prendersi cura dello styling dei propri capelli.

Spazzola per capelli pagaia

spazzola pagaia

Queste spazzole sono piatte e hanno una base larga. Si utilizzano per districare i capelli e lisciare, evitando l’effetto crespo e riducendo al minimo il rischio di rottura dei capelli. Sono realizzate in legno, plastica o materiale ceramico e sono ideali per capelli spessi, lunghi e lisci.

Adesso scopriamo come pulire al meglio questi strumenti.

Pulizia di base di pettini e spazzole

Per prima cosa bisogna procurarsi i seguenti strumenti:

  • stuzzicadenti o spilla da balia
  • spazzolino da denti
  • una bacinella grande
  • shampoo o detergente delicato
  • asciugamano
  • asciugacapelli (opzionale)
  • un paio di forbicette (opzionale)

Procedimento

Inizialmente bisogna rimuovere dal pettine o dalla spazzola il grosso dei capelli con le dita. Servitevi poi di uno stuzzicadenti o di una spilla da balia per rimuovere i capelli incastrati più in profondità. In alternativa, si possono usare anche un paio di forbicette.

Va poi preparata la soluzione detergente in cui immergere pettini e spazzole (o solo la loro testa). Va dunque riempita la ciotola con acqua tiepida a cui si deve aggiungere una piccola quantità di shampoo o detergente delicato mescolando bene.

Immergere a questo punto spazzole e pettini per circa 15-20 minuti nella soluzione e poi pulire con uno spazzolino da denti a fondo le setole della spazzola o i denti del pettine. Si può usare anche un panno umido per rimuovere lo sporco.

Dopo aver pulito al meglio, si consiglia di risciacquare sotto l’acqua corrente e poi asciugare la spazzola per capelli o il pettine lasciandola all’aria per una notte. Se non si ha il tempo necessario, allora si può tamponare con un asciugamano e poi utilizzare un asciugacapelli per rimuovere l’umidità in eccesso.

Questa pulizia di base sarebbe da fare una volta ogni due settimane per mantenere al meglio l’igiene dei propri strumenti per i capelli ma, se non si ha tempo e voglia, è bene procedere con una pulizia più profonda ogni volta che si ha tempo..

Come pulire in profondità spazzole per capelli e pettini

In questo caso, ai sopracitati ingredienti, c’è da aggiungere anche aceto di mele, aceto bianco o alcool da utilizzare al posto di shampoo o detergente delicato all’interno della bacinella.

I pettini di plastica possono essere immersi direttamente in alcol denaturato o aceto di sidro di mele, lasciandoli in immersione per circa 10-15 minuti. Negli altri casi, meglio immergere solo la testa della spazzola o del pettine in una soluzione di aceto bianco e acqua nel rapporto 1:1 per 15-20 minuti. Trascorso il tempo, vanno risciacquati sotto acqua corrente e asciugati.

Un’altra possibilità è quella di mescolare una parte di aceto o bicarbonato di sodio con quattro parti di acqua tiepida e immergere la spazzola o il pettine per rimuovere lo sporco rapidamente e completamente. Questo metodo, tuttavia, non funziona su spazzole e pettini in legno.

Precauzioni

Se si tratta di spazzole o pettini in legno o imbottite, non immergetele completamente nell’acqua per evitare di rovinarle. Basta tenere le setole nella soluzione detergente per alcuni minuti e poi pulirle molto delicatamente.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook