borace hm

Il borace (sodium borate), anche denominato sodio borato o sodio tetraborato, è un composto chimico anticamente conosciuto con il nome di borace veneziano per via della zona in cui avveniva la sua raffinazione in Italia. Esso è spesso consigliato come ingrediente multiuso da utilizzare per la preparazione di detersivi per il bucato o per la pulizia della casa. Ma il borace è davvero sicuro come può sembrare?

Il borace, comunemente venduto in polvere, veniva utilizzato in passato come detergente economico multiuso, in un periodo in cui probabilmente si riteneva che non fosse per nulla nocivo, ma negli ultimi anni sono sorti sempre più dubbi in proposito. Pare che, oltre che per la pulizia della casa, venisse utilizzato anche per la detergenza della persona, una pratica che sembra al momento essere del tutto sconsigliata da alcuni, ma ritenuta normale e innocua da altri.

I derivati del boro, di recente, sono stati sottoposti a studi approfonditi per verificarne la pericolosità. A seguito di tali studi è emerso come uno dei composti del boro, denominato perborato di sodio, il cui scioglimento in acqua genera dei borati, sia stato eliminato dal mercato perché tossico. La CEE identifica i borati come tossici e pericolosi per la riproduzione. I derivati del boro dovrebbero essere maneggiati con cautela ed, in caso di incidenti o di incertezze bisognerebbe immediatamente consultare un medico.

La questione sulla tossicità o sicurezza della polvere di borace sembra comunque essere tuttora aperta sul web. La statunitense EPA (Environmental Protection Agency) lo considera come uno dei detergenti ecologici da utilizzare insieme a succo di limone, aceto e bicarbonato di sodio per la pulizia della casa. La stessa EPA, in un'altra sezione del proprio sito web mette in dubbio la sicurezza del borace, indicandolo come potenzialmente irritante per la pelle e per le mucose, oltre che come in grado di interferire con gli ormoni ed il funzionamento dell'apparato riproduttivo.

borace solido

Borace solido

La National Library of Medicine's HazMap indica che il borace non sembra finora aver provocato danni polmonari o relative all'apparato riproduttivo in operai esposti ad esso nel proprio lavoro, mentre sottolinea come l'acido borico (un altro derivato del boro) sia stato posto in relazione con danni all'apparato riproduttivo e situazioni di aborto riscontrate nelle cavie da laboratorio.

Una pagina dedicata ai bambini da parte del National Institute of Environmental Health Sciences indica il borace tra le sostanze da utilizzare in casa in sostituzione degli insetticidi chimici, sostenendo come sia possibile mescolarlo con lo zucchero ed impiegarlo per liberarsi degli scarafaggi. Secondo Rebecca Sutton, tra gli esperti scientifici dell'Environmental Working Group, il borace dovrebbe essere considerato come una sostanza da tenere maggiormente sotto osservazione, in quanto in grado di provocare atrofia testicolare negli animali e ridotta fertilità negli uomini.

Nonostante la CEE abbia classificato i borati come tossici e pericolosi per la riproduzione, il borace verrebbe tuttora impiegato a livello industriale nella fabbricazione di vetri e di smalti, nella saldatura dei metalli, per smacchiare i tessuti in tintoria e per evitare la proliferazione di muffe e di batteri.

Vi sono alcune pagine web che consigliano il borace come prodotto multiuso sicuro da impiegare per la pulizia della casa, per il bucato, come disinfettante e antimicotico, in floricoltura, contro i tarli e contro le formiche e come detergente o sostanza per combattere il prurito, da applicare su mani, corpo e capelli. Viene inoltre caldeggiato come ingrediente da utilizzare per la preparazione di un sapone liquido casalingo. Il borace viene infine definito come un importante componente della medicina tradizionale giapponese, utilizzato sia esternamente che internamente ().

Date le informazioni discordanti presenti sul web, preferiamo sconsigliare l'utilizzo del borace come ingrediente per la realizzazione di detergenti casalinghi per la casa o per la persona. Nel dubbio che il borace, come altri derivati del boro, possa essere tossico o nocivo per la nostra salute, è preferibile proseguire nella preparazione di rimedi casalinghi impiegando ingredienti considerati innocui, come sapone vegetale, succo di limone, aceto, bicarbonato di sodio e sale.

Marta Albè

Leggi anche:

- Detersivi fai-da-te: come autoprodurre il sapone per la lavatrice (liquido e in polvere)

- Detersivi fai-da-te: la guida

- Riciclo creativo: 8 idee per riutilizzare i flaconi dei detersivi

- Bucato: 6 alternative naturali agli ammorbidenti chimici

Sapone Vegan fai-da-te

- Come fare il sapone in casa con appena 3 ingredienti

- 50 fantastici usi alternativi del bicarbonato di sodio 

Marta Albè

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram