tovaglioli carta

13 milioni di asciugamani di carta vengono utilizzati ogni anno negli Stati Uniti da coloro che compiono una sosta presso un bagno pubblico per lavarsi ed asciugarsi le mani. Se ogni cittadino americano utilizzasse un solo asciugamano usa-e-getta al giorno in meno, verrebbero risparmiati annualmente oltre 250 milioni di kg di carta. Per fare in modo che ciò accada, un uomo di nome Joe Smith ha ideato una semplicissima tecnica da attuare appena prima di passare ad asciugarsi le mani dopo averle lavate.

Joe Smith ha presentato le precedenti cifre nel corso di un discorso pubblico che si è rivelato estremamente esilarante per gli ascoltatori presenti, che si sono lasciati coinvolgere dalla sua ironia nella spiegazione riguardante il metodo da lui ideato per riuscire ad asciugarsi le mani sprecando non più di un asciugamano di carta. Si sa, gli asciugamani o tovaglioli di carta presenti nei bagni pubblici sono spesso sottili e si rompono facilmente. Per questo motivo si ha l'abitudine di utilizzarne più di uno in modo da ottenere un'asciugatura efficace.


Uno dei maggiori problemi con asciugamani e tovaglioli di carta è che non sempre possono essere destinati al compost casalingo o al bidone dell'umido, soprattutto nel caso siano stati intrisi da olio utilizzato per la frittura e da detersivi o detergenti formulati con sostanze chimiche inquinanti. Alcuni di questi problemi possono essere risolti evitando l'utilizzo di asciugamani o tovaglioli usa-e-getta, preferendo ad essi asciugamani in stoffa o spugna, spugnette e teli lavabili e riutilizzabili. Nel caso ci si trovi in un bagno pubblico è altamente probabile che non vi sia alcuna alternativa ai panni di carta (a meno di portare sempre con sé un piccolo asciugamano da borsetta). Come fare allora per sprecarne il minor numero possibile?

Joe Smith ci suggerisce l'infallibile tecnica del Shake and Fold! (Scuoti e Ripiega!). La tecnica è semplicissima e consiste nello scuotere le mani dopo averle lavate per dodici volte (dodici sono le ore del giorno, i mesi dell'anno, i segni zodiacali – il numero non è stato scelto di certo in maniera casuale, come lo stesso Joe ha confermato). A questo punto ci si dovrebbe trovare ad avere le mani ancora un po'umide, ma non così tanto bagnate, in modo tale da riuscire ad afferrare e strappare dall'eventuale rotolo un unico tovagliolo.

A questo punto esso deve essere ripiegato su se stesso per due o tre volte, fino ad ottenere uno spessore dal maggiore potere assorbente e più resistente. Con un unico tovagliolo si dovrebbe essere in grado di asciugarsi le mani alla perfezione, senza la necessità di doversene procurare un secondo. Dopo aver guardato il video dimostrativo che vede Joe Smith come protagonista, non potrete che richiamare alla mente il suo "Shake and Fold!" ogni volta che vi ritroverete a lavarvi le mani!


Marta Albè

cosmetici pelle lavera

Lavera

Come difendere la pelle dall'inquinamento quotidiano

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram