pulizia_wc

Vi sarà capitato almeno una volta nella vita di trovarvi faccia a faccia con il vostro WC a causa dello scarico lento, o peggio, completamente otturato. Prima di chiamare l’idraulico in preda alla disperazione o di ricorrere all’utilizzo di sostanze altamente inquinanti che promettono di sgorgare il vostro WC in un attimo, ma che non sono di certo un toccasana per il Pianeta, munitevi di pazienza e provate a mettere in pratica uno o più rimedi tra quelli che vi suggeriamo qui di seguito.

1. Il metodo dell'attesa

Gi ingorghi che si presentano più frequentemente nello scarico sono causati da accumuli di carta igienica in eccesso. Nel dubbio, prima di ricorrere a soluzioni drastiche e se si ha la possibilità di usufruire di una seconda toilet, il segreto perché lo scarico si liberi senza fatica risiede semplicemente nell’attendere alcune ore, ancora meglio se tutta la notte. Dopo aver azionato lo sciacquone ed esservi resi conto della presenza di un blocco nelle tubature, lasciate tutto così com’è fino alla mattina dopo. Se sarete fortunati, l’acqua e la forza di gravità eserciteranno la loro pressione, spingendo via l’intoppo.

2. Il metodo dell’acqua bollente

Se non avete molto tempo per attendere che lo scarico si liberi da sé, provate a velocizzare il processo versando direttamente nel WC una pentola colma d’acqua bollente, dopo averlo liberato dall’acqua rimasta in superficie a causa dell’intoppo. La temperatura dovrebbe essere in grado di smuovere gli ingorghi meno complicati. Per facilitare l’operazione di sgorgo, aiutatevi con il classico spazzolino per WC, compiendo dei movimenti energici dall’alto verso il basso, che aiuteranno lo scarico a liberarsi.

3. Il metodo del bicarbonato

Se vi accorgete che lo scarico inizia ad essere un po’ lento, prevenite il peggioramento dell’ingorgo versando direttamente nel WC mezzo bicchiere di sale grosso, seguito da mezzo bicchiere di bicarbonato. Ricorrete quindi ancora una volta ad abbondante acqua bollente e tirate lo sciacquone nella speranza di essere intervenuti in tempo per liberare lo scarico del vostro WC praticamente senza fare fatica alcuna.

4. Il metodo dello sturalavandino

Magari non ci avete mai pensato, ma utilizzare il classico sturalavandino potrebbe essere il modo ideale per far fronte al vostro ingorgo, soprattutto se vi rendete conto che si tratta di un blocco di scarsa entità. Afferrate il manico dello sturalavandino, avvicinate la ventosa al foro del WC ed esercitate la consueta pressione per qualche minuto. Dopo aver rilasciato la pressione, attendete qualche istante per verificare che l’acqua eventualmente accumulatasi in eccesso inizi a scorrere verso il basso ed infine tirate lo sciacquone in modo che l’ingorgo si smuova definitivamente.

5. Il metodo dello shampoo

Prima di pensare di essere costretti a ricorrere a sostanza chimiche ben peggiori, il cui utilizzo ci sentiamo davvero di sconsigliarvi, provate a fare affidamento sul vostro shampoo, dato che ne avrete certamente una confezione a portata di mano. In alternativa servitevi di sapone liquido o detersivo per i piatti, ricordandovi sempre di acquistare prodotti che siano il più possibile rispettosi per l’ambiente. Versate dunque un bicchiere del detergente prescelto nello scarico, dopo aver liberato il WC dall’eventuale acqua in eccesso, e lasciate che agisca per almeno mezzora. Non vi resta che incrociare le dita e tirare lo sciacquone.

Marta Albè

Leggi anche: Detersivi ecologici e fai-da-te per la pulizia del WC

 

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram