Carbonato di sodio: proprietà, come usare e dove trovare la soda da bucato

carbonato-sodio

Carbonato di sodio, conosciuto più comunemente come soda da bucato, un prodotto molto versatile in casa da non confondere con  la soda caustica, il comune bicarbonato o il percarbonato di sodio. Conosciamo le proprietà di questo sale e come usarlo al meglio.

Spesso vi consigliamo, per le vostre pulizie domestiche e per il bucato, di utilizzare le sostanze più naturali possibile evitando di acquistare prodotti chimici inquinanti. Vi abbiamo presentato già diverse opzioni (bicarbonato, acido citrico, limone, ecc), a queste aggiungiamo oggi  il carbonato di sodio.

Cos’è il carbonato di sodio?

A livello chimico si tratta di un sale di sodio dell'acido carbonico che si presenta sotto forma di polvere bianca granulosa ed inodore molto simile al bicarbonato con cui ha in comune anche alcune proprietà ma da cui si distingue in quanto è maggiormente alcalino (e dunque più corrosivo) e per il fatto di non essere indicato per uso alimentare.

Il carbonato di sodio, che viene chiamato anche soda da bucato o, impropriamente, lisciva, è una sostanza naturale che non produce schiuma e non è inquinante dato che al suo interno non sono presenti sostanze come tensioattivi, coloranti, profumi, ecc.

Carbonato di sodio, proprietà

Le proprietà del carbonato di sodio sono numerose anche se si tratta di un prodotto utile soprattutto a igienizzare e sgrassare. Ottimo quindi da tenere in casa per le tradizionali pulizie domestiche ma anche per ottimizzare i risultati della lavatrice grazie al suo potere detergente e sbiancante.

E’ in grado, come il bicarbonato, di neutralizzare i cattivi odori e tutto questo a fronte di un prodotto ecologico. Un vantaggio da non sottovalutare è infine il basso costo di questa sostanza e il fatto di poter utilizzare un solo prodotto versatile per tanti utilizzi.

Ricapitolando il carbonato di sodio:

  • Igienizza
  • Sgrassa
  • Deterge
  • Sbianca
  • Neutralizza i cattivi odori
  • E’ ecologico
  • E’ a basso costo

pulire griglia forno

 

Carbonato di sodio, usi

I possibili usi del carbonato di sodio sono moltissimi e spaziano dalla pulizia della cucina (compresi forni e fornelli) al bucato.Si tratta di un prodotto perfetto per sgrassare le superfici più ostinate ed incrostate: pentole, griglie, bottiglie con fondi di olio o vino, pavimenti macchiati di grasso o olio, ecc ma anche per togliere la fuliggine dalle cappe  e molto altro.

Si può usare sia puro sulla superficie da trattare (a patto che sia resistente e molto sporca) che diluito in acqua (il quantitativo varia a seconda dell’utilizzo che se ne deve fare). Si può ad esempio adoperare per sgrassare la griglia del forno mettendo un po’ di carbonato puro su una spugnetta umida e strofinando oppure utilizzare diluito per lavare il fondo di bottiglie che precedentemente erano riempite con olio o vino. In questo caso si procede versando all’interno mezzo cucchiaino di prodotto, si aggiunge poi acqua calda e si lascia agire per alcuni minuti scuotendo un po’ la bottiglia prima di risciacquare. 

Per disinfettare il Wc, invece, si può utilizzare il carbonato di sodio insieme all’acqua ossigenata procedendo così: mettete del carbonato di sodio su tutte le pareti del Wc, aggiungete acqua ossigenata e aiutandovi con lo scopino strofinate per bene. Tirando l’acqua noterete che tutto lo sporco è andato via e il vostro Wc sarà tornato brillante oltre che perfettamente disinfettato. 

Ottimo anche nella vostra lavanderia per pre-trattare il bucato (occorrono 2 cucchiai per ogni litro d’acqua calda insieme a 2 cucchiai di sale grosso) o da aggiungere nella dose di 1 cucchiaio al detersivo ecologico che si utilizza per potenziarne l’effetto igienizzando maggiormente il bucato e contribuendo ad eliminare i cattivi odori. Attenzione solo ai capi più delicati sui quali è meglio non usarlo in quanto potrebbe scolorirli o rovinarli. 

Ricapitolando il carbonato di sodio si può usare per:

  • Sgrassare superfici ostinate
  • Pulire il forno e i fornelli
  • Pulire griglie
  • Pulire bottiglie utilizzate per olio e vino
  • Togliere la fuliggine dalle cappe
  • Igienizzare il Wc
  • Pre-trattare il bucato
  • Potenziare l’effetto del detersivo ecologico
  • Eliminare i cattivi odori

Fate sempre riferimento a quanto riportato sulle confezioni in quanto a dosaggi e modo di utilizzo.

carbonato lavatrice

 

Carbonato di sodio, quando non usarlo

Ci sono alcune superfici o materiali su cui bisogna evitare l’utilizzo di carbonato di sodio per non rischiare di rovinarle. Non adoperate mai questo prodotto su legno, vasche, tubi, piastrelle in fibra di vetro o cotto o su tessuti delicati. Attenzione anche a non miscelarlo mai con sostanze acide (ad esempio l’aceto o l’acido citrico) per non annullarne l’effetto.

Non si può utilizzare neppure al posto dell’ammorbidente, per questo vi consigliamo una soluzione fatta con acqua e acido citrico o altre alternative naturali. 

Ricordatevi quindi di scegliere altri prodotti se intendete pulire, sgrassare o sbiancare:

  • Legno
  • Cotto
  • Vasche
  • Tubi
  • Acciaio
  • Piastrelle in fibra di vetro
  • Tessuti delicati

 

Dove trovare il carbonato di sodio

Non è difficile trovare il carbonato di sodio in commercio nei supermercati, negozi di detersivi, casalinghi, ferramenta ma anche negli shop online. Il prezzo per 1 kg di prodotto è variabile, a seconda delle marche, da 2 a 4 euro circa.

Carbonato di sodio, controindicazioni

Molto importante sottolineare il fatto che il carbonato di sodio non è un prodotto adatto ad uso alimentare. Da evitare quindi il contatto con i cibi (a differenza del bicarbonato non può essere utilizzato ad esempio per lavare frutta e verdura né tanto meno ingerito come digestivo). Va tenuto fuori dalla portata dei bambini e, in caso si abbia la pelle sensibile, è bene utilizzarlo solo dopo aver indossato i guanti.

Attenzione anche a possibili contatti con gli occhi, si tratta infatti, come già detto, di una sostanza corrosiva. Nel caso inavvertitamente un po’ di carbonato di sodio entri negli occhi è bene sciacquare abbondantemente e, se persistono i fastidi, chiamare subito un medico.

Potrebbero interessarvi anche altri prodotti per la pulizia domestica naturale e per il bucato:

Carbonato di sodio, curiosità

Gli utilizzi del carbonato di sodio si perdono nella notte dei tempi. Già gli egizi conoscevano questa sostanza che, visto il suo potere assorbente nei confronti dell’acqua, utilizzavano nei processi di imbalsamazione. Serviva però anche a produrre saponi e tinture e per pulire i tessuti.

Avete mai sperimentato i vantaggi del carbonato di sodio in casa? Voi come lo utilizzate?

Francesca Biagioli