soda caustica

La soda caustica, o idrossido di sodio, è una sostanza chimica molto potente che viene utilizzata a livello industriale e che può essere impiegata anche a livello domestico ma solo facendo sempre la massima attenzione.

Infatti la soda caustica a contatto con l’acqua sprigiona una temperatura molto elevata, diventa corrosiva e può creare gravi danni alla nostra pelle e agli occhi. Sono quindi molto numerose le precauzioni da osservare nel caso in cui si voglia impiegare la soda caustica a livello domestico.

L’impiego più famoso della soda caustica riguarda la preparazione casalinga del sapone che prevede l’abbinamento di questo ingrediente con l’acqua e con una sostanza grassa rappresentata il più delle volte dall’olio. In passato più di frequente si utilizzava lo strutto.

Gli impieghi industriali della soda caustica sono legati particolarmente all’ambito della chimica e delle pulizie su larga scala, ma non dimentichiamo che la soda caustica in rari casi viene utilizzata anche come additivo alimentare, sempre a livello industriale, ad esempio nella preparazione dei brezel e per deamarizzare le olive.

Sono invece meno numerosi gli impieghi consigliabili a livello domestico, dato che per le pulizie e solo in caso di necessità la soda caustica va utilizzata davvero con molta cautela e visto che fortunatamente esistono rimedi alternativi più delicati e meno inquinanti.

Scopriamo in modo più dettagliato che cos’è la soda caustica, quali sono i suoi usi domestici e quali sono le importantissime precauzioni di utilizzo da conoscere e da adottare prontamente ogni qualvolta si decida di impiegare questo ingrediente.

Soda caustica per gli scarichi domestici

Soprattutto in passato era molto comune utilizzare la soda caustica per la manutenzione degli scarichi domestici dei lavelli della cucina e del bagno. Si tendeva a versare un misurino o un bicchierino di soda caustica negli scarichi e a lasciare scorrere l’acqua. Probabilmente alcuni adottano ancora oggi questo metodo. Purtroppo però non tutti sanno se le tubature della propria casa siano davvero resistenti alle temperature elevate. La soda caustica a contatto con l’acqua infatti può raggiungere temperature elevatissime che potrebbero danneggiare le tubature poco resistenti, ad esempio le tubature di plastica.

Per questo motivo, a meno che non siate certi della resistenza delle tubature di casa vostra, vi sconsigliamo di utilizzare la soda caustica per la manutenzione degli scarichi dei lavelli o per sturarli in caso di ingorghi. Esiste infatti un’alternativa molto più delicata ma comunque efficace per prendersi cura degli scarichi e per liberarli dagli ingorghi. Si tratta di sfruttare la reazione tra bicarbonato di sodio e acido citrico.

Leggi anche: 50 FANTASTICI USI ALTERNATIVI DEL BICARBONATO DI SODIO

scarichi domestici

Per cui in sostituzione della soda caustica vi suggeriamo di versare nei vostri scarichi 1 bicchierino di bicarbonato seguito da 1 bicchierino di acido citrico per poi lasciar scorrere l’acqua che permetterà la reazione chimica tra i due ingredienti aiutandovi a rimuovere gli ingorghi. Si tratta di un metodo molto più sicuro che potrete utilizzare anche due o tre volte di seguito in caso di ingorghi difficili.

Leggi anche: 10 RICETTE PER STURARE SCARICHI E LAVANDINI

Soda caustica per il Wc intasato

Ricorrete alla soda caustica soltanto se il problema del Wc intasato è molto grave e se altri rimedi più semplici e sicuri, come lo sturalavandini, non hanno funzionato, oppure se è l'unico ingrediente utile che avete a portata di mano, al di fuori dei classici prodotti per gli scarichi.

Nel caso in cui vogliate usare la soda caustica per liberare il Wc intasato, versatene due cucchiai al suo interno (o fino a un massimo di 150-200 grammi di soda caustica da versare nello scarico), allontanatevi subito e lasciate agire. La soda caustica a contatto con l’acqua sprigiona molto calore e vapori che non dovete respirare. Vi consigliamo di lasciare agire la soda caustica a lungo prima di provare a verificare se lo scarico del Wc si è liberato, ma usatela solo come rimedio estremo.

Prima di ricorrere alla soda caustica, sperimentate i classici prodotti per liberare gli scarichi e provate anche a versare nel Wc un bicchiere di bicarbonato seguito da un bicchiere di acido citrico e da una pentola d’acqua. Anche in questo caso dovrete attendere per un po’ prima di capire se il rimedio avrà funzionato.

scarichi wc

Se avete acquistato la soda caustica appositamente per liberare gli scarichi del Wc o altri scarichi domestici, leggete sempre le istruzioni riportate sulla confezione prima di procedere con l’utilizzo.

Leggi anche: 5 RIMEDI ALTERNATIVI PER LIBERARE LO SCARICO DEL WC

Soda caustica per pulire griglie e barbecue

Un ulteriore utilizzo della soda caustica a livello domestico riguarda la pulizia di griglie e barbecue. Come disincrostante infatti la soda caustica è indicata per la pulizia di barbecue, forni, fornelli, bistecchiere e cappe, tramite l’immersione dell’oggetto in un mix di 3 o 4 litri d’acqua e 200/500g di soda caustica a scaglie. La durata dell’immersione deve essere di 6-8 ore. Qui maggiori informazioni.

pulire barbecue

Ricordate però che entrare in contatto con una soluzione di acqua e soda caustica è molto pericoloso per la pelle. Nel caso vogliate utilizzarla per questo tipo di pulizia indossate dei guanti adatti e seguite tutte le precauzioni che vi ribadiremo in seguito.

Leggi anche: COME PULIRE IL BARBECUE IN MODO NATURALE

Soda caustica per fare il sapone

L’idrossido di sodio (NaOH), meglio noto come soda caustica, è una sostanza indispensabile per la preparazione casalinga del sapone, poiché rende possibile la reazione di saponificazione a partire dall’olio prescelto.

Una volta terminato il processo di saponificazione, la soda scompare completamente dal prodotto finale, regalandoci un sapone ecologico e biodegradabile, adatto per il bucato nella sua versione di base, composta da olio d’oliva, acqua e soda caustica.

Non possiamo ottenere il sapone e la reazione di saponificazione necessaria a formarlo se non utilizziamo la soda caustica come ingrediente per l’autoproduzione. La presenza della soda caustica nella ricetta del sapone fatto in casa talvolta può spaventare, ma la preparazione casalinga del sapone è davvero sicura se si seguono le giuste precauzioni e non potrebbe avvenire senza questo ingrediente.

fare sapone 2

Per questo motivo chi vuole preparare il sapone in casa deve semplicemente fare attenzione a non entrare in contatto direttamente con la soda caustica o con la soluzione di acqua e soda caustica a mani nude. È fondamentale, come spiegheremo anche in seguito, indossare dei guanti e preferibilmente anche una mascherina per coprire la bocca e degli occhialini per proteggere gli occhi.

Quando seguite la ricetta per preparare il sapone verificate sempre con attenzione in quale ordine versare gli ingredienti. Fate attenzione ad utilizzare un contenitore resistente alle alte temperature – ad esempio un contenitore in vetro Pyrex – quando dovrete miscelare acqua e soda. Versate sempre la soda nell’acqua e mai viceversa.

La soda caustica non scompare completamente subito dopo essere stata miscelata con l’acqua e con l’olio per la preparazione del sapone. La reazione di saponificazione per raggiungere il proprio termine ha bisogno di molto tempo. Di solito si dice che il sapone deve riposare dalle 4 alle 6 settimane. Per sicurezza, in modo che il vostro sapone non risulti caustico, vi consigliamo di lasciarlo riposare anche per 8 settimane prima di utilizzarlo.

fare sapone

Più lascerete riposare il sapone, più darete tempo alla reazione di saponificazione di compiersi e alla soda caustica di scomparire in modo da avere a disposizione un prodotto adatto sia per fare il bucato che per la pulizia della pelle in sicurezza.

Seguite le nostre ricette se volete provare a preparare il sapone in casa.

COME FARE IL SAPONE IN CASA CON APPENA 3 INGREDIENTI

COME FARE IL SAPONE VEGAN IN CASA

SAPONE DELICATO PER IL CORPO FAI DA TE (VIDEO TUTORIAL)

COME FARE IL SAPONE CON L’OLIO DI FRITTURA

Qui una tabella utile per calcolare quanta soda utilizzare nella preparazione del sapone.

Soda caustica, pericoli e avvertenze

La soda caustica è altamente corrosiva e potenzialmente dannosa soprattutto quando entra a contatto con l’acqua. Mai toccare la soda quando è ancora in cristalli con le mani bagnate perché la soda a contatto con l’acqua scatena una reazione immediata e davvero molto corrosiva per la pelle.

La soda caustica aggredisce i materiali metallici, in particolare quando si tratta di alluminio, magnesio, zinco e altre leghe che li contengano.  

Non solo la soda caustica può essere corrosiva per i metalli, può anche provocare gravi ustioni e lesioni oculari e della pelle.

In caso di ingestione della soda caustica, sciacquare la bocca e non provocare il vomito. In caso di contatto con la pelle o con gli occhi, di ingestione, di inalazione o di altri incidenti con la soda caustica contattare subito il medico e il pronto soccorso.

Soda caustica, tutte le precauzioni

La soda caustica non deve mai entrare a contatto con la pelle o con gli occhi. Nel maneggiarla indossate dei guanti, occhiali e una mascherina per qualunque utilizzo casalingo e per la preparazione del sapone. Arieggiate l’ambiente e non respirate mai i vapori che si sprigionano nel contatto tra la soda e l’acqua.

Mentre utilizzate la soda caustica per qualsiasi operazione aprite le finestre della stanza in cui vi trovate e non chiudetele fino alla fine. La soda caustica è pericolosa sia per i bambini che per gli animali domestici sia quando è in granuli sia quando è disciolta nell’acqua.

Bambini e animali potrebbero entrare a contatto inavvertitamente con la soda caustica, anche semplicemente con piccole quantità di prodotto cadute sul tavolo o sul pavimento. Per questo motivo quando utilizzate la soda caustica fate in modo che sia i bambini che gli animali domestici si trovino sempre lontani dal luogo in cui siete.

Se altre persone sono insieme a voi mentre utilizzate la soda caustica, chiedete anche a loro di indossare guanti, mascherina sulla bocca e protezione per gli occhi e comunque raccomandate di tenersi a debita distanza dal punto in cui state usando la soda.

Tenete a portata dell'aceto di vino bianco in modo da tamponare subito l'azione della soda in caso di contatto con la pelle.

Per tutte le attività in cui utilizzerete la soda scegliete per una maggiore sicurezza solo guanti monouso e contenitori monouso.

Conservate la soda in un luogo il più possibile sicuro, nascosta dai bambini e dagli animali domestici e possibilmente sotto chiave.

Soda caustica, dove trovarla

La soda caustica è acquistabile nei negozi di ferramenta, di idraulica, di fai-da-te e in alcuni supermercati. Potete trovare la soda caustica anche online, soprattutto negli shop che mettono in vendita gli ingredienti necessari per l’autoproduzione del sapone oppure che vendono ingredienti e prodotti industriali.

Marta Albè

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram